lunedì 05 dicembre | 04:15
pubblicato il 20/nov/2013 20:37

Italia-Francia: dichiarazione, sinergie per capacita' militari comuni

(ASCA) - Roma, 20 nov - ''Forti della constatazione che l'autonomia strategica europea necessita che gli Stati membri si impegnino a colmare le lacune capacitarie critiche, l'Italia e la Francia partecipano, come grandi contribuenti, a dei progetti europei strutturanti. I nostri due Paesi si impegnano a favorire le sinergie, evitare le duplicazioni e sviluppare capacita' militari comuni''. E' quanto sottolineato da Roma e Parigi nella nota congiunta del summit di Roma. A questo scopo, l'Italia e la Francia sostengono i lavori dell'Agenzia europea di Difesa, in particolare per quanto riguarda il rifornimento in volo, i droni, le comunicazioni satellitari (programma Athena-Fidus e Sicral 2), della sicurezza cibernetica, della sicurezza marittima e del progetto SESAR (volet tecnologico del progetto ''Cielo unico'' europeo).

''Sosteniamo l'iniziativa europea del rifornimento in volo, che contribuisce alla costituzione di una flotta di aerei rifornitori europei interope'rabili. Consideriamo l l'EATC (European Air Transport Command) un grande successo di mutualizzazione europea, avente un reale valore aggiunto in termini politici, economici e operazionali. La Francia si rallegra della decisione italiana di avvicinarsi a questa struttura e di contribuire alla crescita del suo volet ''rifornimento in volo'', prosegue il documento.

I droni ''costituiscono una capacita' chiave e un progetto prioritario per la cooperazione europea. L'Italia e la Francia sostengono, come prima tappa, la creazione, con il sostegno dell'AED, di una comunita' di utilizzatori europei di droni MALE (Moyenne Altitude Longue Endurance). Sosteniamo parimenti una cooperazione accresciuta mirante allo sviluppo di una soluzione europea per la prossima generazione di droni MALE (2020-2025), con applicazioni molto estese, al contempo civili e militari. A questo scopo, sosteniamo la messa in funzione di un programma dell'AED sui droni, basato sulla regolamentazione e sull'inserimento dei droni nel traffico aereo, che deve essere messa in atto a partire dal 2016, in collegamento con la SESAR JU (SESAR Joint Undertaking)''.

''Facciamo appello all'AED - aggiungono sul punto Roma e Parigi - perche' realizzi questo lavoro di definizione del bisogno, e presenti le sue prime conclusioni prima di dicembre 2015. L'Italia e la Francia si rallegrano dell'impegno della Commissione a sostegno di questo passo, specialmente in rapporto ai propri strumenti finanziari.

D'altronde, l'Italia e la Francia auspicano che la difesa cibernetica sia pienamente integrata nelle politiche europee di sicurezza e difesa, appoggiandosi sulla strategia europea in materia di difesa cibernetica''.

red-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari