mercoledì 07 dicembre | 15:31
pubblicato il 08/ott/2013 12:35

Istruzione: Isfol, preoccupa situazione di chi non studia e non lavora

Istruzione: Isfol, preoccupa situazione di chi non studia e non lavora

(ASCA) - Roma, 8 ott - In Italia ''una delle situazioni piu' preoccupanti rimane quella dei Neet, cioe' i giovani di eta' compresa tra i 16 e i 29 anni che non studiano e non lavorano''. Lo attesta l'Isfol che, su incarico del ministero del Lavoro, ha condotto nel periodo 2011-2012 un'indagine che analizza il livello di competenze fondamentali della popolazione tra i 16 e i 65 anni: lo studio e' promosso dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse) ed e' stato realizzato in 24 paesi.

Ne emerge una relazione diretta tra il grado di istruzione e lo status di Neet. In termini di competenze alfabetiche, infatti, il punteggio medio dei giovani italiani che non studiano e non lavorano e' pari a 242, cioe' 8 punti sotto la media nazionale. Solo il 5% dei Neet raggiunge il livello 3 - considerato il minimo indispensabile per ''vivere e lavorare nel XXI secolo'' - contro il 25% dei coetanei che lavorano e il 50% di chi studia.

com-stt/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Governo
Renzi: governo istituzionale ma largo, sennò non temo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Dopo il panettone in Gran Bretagna volano bollicine Pignoletto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni