martedì 17 gennaio | 02:05
pubblicato il 28/mag/2014 13:04

Istat: Boldrini, Rapporto ci trasmette messaggio sofferenza e...(1 upd)

(ASCA) - Roma, 28 mag 2014 - Il ritratto del Paese che emerge dal Rapporto Istat 2014 ''e' innanzitutto quello di un'Italia in grande sofferenza a causa della crisi economica. Una crisi economica che ha messo a dura prova la tenuta del nostro tessuto sociale. Alcuni dati sono impressionanti e ci trasmettono un messaggio di allarme che dovrebbe indurre ad interventi immediati''. Lo afferma la presidente della Camera Laura Boldrini intervenendo alla presentazione del Rapporto statistico, sottolineando come destino preoccupazione, fra gli altri, i dati relativi alla poverta' - con ''milioni di uomini e donne che non possono permettersi la spesa minima necessaria'' - e al lavoro - ''la disoccupazione giovanile e' uno spreco che non ci possiamo piu' permettere''. Senza dimenticare che le diseguaglianze fra le classi sociali e le diverse aree del Paese, aggiunge Boldrini, sono destinate ''ad allargarsi'' e a ''diventare insostenibili''.

Boldrini, parlando della poverta', nota come ci siano ''milioni di uomini e di donne che non possono permettersi neppure la spesa minima necessaria per acquisire il paniere di beni e servizi considerati essenziali, per condurre insomma uno standard di vita che possa definirsi minimamente accettabile''. Per la presidente della Camera questi ''sono dati difficilmente compatibili con quei doveri inderogabili di solidarieta' sociale iscritti fra i principi fondamentali della nostra Costituzione. Il disagio sociale continua ad essere molto piu' elevato nelle regioni del Mezzogiorno rispetto alle altre aree del Paese''. Ma le capacita' di risposta da parte degli enti locali ''paradossalmente sono assai piu' incisive al Nord che al Sud: la spesa per abitante per il contrasto alla poverta' e all'esclusione sociale nella provincia di Trento e' di quasi dodici volte superiore a quella della regione Calabria! Se non si inverte questa tendenza, le diseguaglianze fra le classi sociali e tra le diverse aree del Paese sono destinate ad allargarsi e a diventare ancora piu' insostenibili''.

fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello