martedì 06 dicembre | 02:19
pubblicato il 28/mag/2014 13:04

Istat: Boldrini, Rapporto ci trasmette messaggio sofferenza e...(1 upd)

(ASCA) - Roma, 28 mag 2014 - Il ritratto del Paese che emerge dal Rapporto Istat 2014 ''e' innanzitutto quello di un'Italia in grande sofferenza a causa della crisi economica. Una crisi economica che ha messo a dura prova la tenuta del nostro tessuto sociale. Alcuni dati sono impressionanti e ci trasmettono un messaggio di allarme che dovrebbe indurre ad interventi immediati''. Lo afferma la presidente della Camera Laura Boldrini intervenendo alla presentazione del Rapporto statistico, sottolineando come destino preoccupazione, fra gli altri, i dati relativi alla poverta' - con ''milioni di uomini e donne che non possono permettersi la spesa minima necessaria'' - e al lavoro - ''la disoccupazione giovanile e' uno spreco che non ci possiamo piu' permettere''. Senza dimenticare che le diseguaglianze fra le classi sociali e le diverse aree del Paese, aggiunge Boldrini, sono destinate ''ad allargarsi'' e a ''diventare insostenibili''.

Boldrini, parlando della poverta', nota come ci siano ''milioni di uomini e di donne che non possono permettersi neppure la spesa minima necessaria per acquisire il paniere di beni e servizi considerati essenziali, per condurre insomma uno standard di vita che possa definirsi minimamente accettabile''. Per la presidente della Camera questi ''sono dati difficilmente compatibili con quei doveri inderogabili di solidarieta' sociale iscritti fra i principi fondamentali della nostra Costituzione. Il disagio sociale continua ad essere molto piu' elevato nelle regioni del Mezzogiorno rispetto alle altre aree del Paese''. Ma le capacita' di risposta da parte degli enti locali ''paradossalmente sono assai piu' incisive al Nord che al Sud: la spesa per abitante per il contrasto alla poverta' e all'esclusione sociale nella provincia di Trento e' di quasi dodici volte superiore a quella della regione Calabria! Se non si inverte questa tendenza, le diseguaglianze fra le classi sociali e tra le diverse aree del Paese sono destinate ad allargarsi e a diventare ancora piu' insostenibili''.

fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari