domenica 04 dicembre | 07:33
pubblicato il 03/dic/2013 13:34

Isee: Giovannini, stop abusi. Inps compilera' alcune voci (1upd)

(ASCA) - Roma, 3 dic - Il nuovo Isee servira' a ridurre le sperequazioni e gli abusi anche attraverso un cambiamento che prevede ''alcune delle voci che oggi sono parte dell'autodichiarazione siano invece automaticamente compilate dall'Inps''. Lo ha dichiarato il ministro del Welfare, Enrico Giovannini, durante la conferenza stampa seguita al varo del nuovo modello Isee da parte del Consiglio dei ministri. ''Con la riforma che abbiamo predisposto - aggiunge il Ministro - intendiamo non solo disporre di uno strumento piu' corretto per valutare le condizioni relative tra persone e famiglie con diverse possibilita' economiche, ma anche restringere gli spazi all'evasione, ricordando che ogni presunta furberia, in effetti una vera e propria ruberia, toglie un'opportunita' a coloro che ne hanno diritto''.

Per Giovannini il nuovo Isee servira' a ''migliorare l'equita' favorendo le situazioni di maggiore bisogno'', quindi la riforma ''e' un atto a forte valenza etica''.

sgr/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari