giovedì 23 febbraio | 17:28
pubblicato il 22/ago/2014 15:24

Iraq: Di Battista solleva nuove polemiche, violenza figlia di Guantanamo

(ASCA) - Roma, 22 ago 2014 - A James Foley ''hanno messo addosso un divisa simile a quella indossata dai prigionieri a Guantanamo. Io penso che la violenza indecente, barbara, inaccettabile che ha subito quel ragazzo sia, in parte, figlia della violenza indecente, barbara, inaccettabile subita dai detenuti nel carcere di Abu Ghraib''. Lo scrive sul suo profilo Facebook il deputato del M5S Alessandro Di Battista, aggiungendo: ''Le violenze commesse in quella prigione furono senz'altro figlie di quel desiderio di vendetta che molti americani hanno provato dopo l'indecente, barbaro, inaccettabile attentato alle Torri Gemelle quest'ultimo anche figlio dell'indecente, barbaro, inaccettabile imperialismo nordamericano (l'imperialismo non e' soltanto nordamericano) che ha portato milioni di persone a morire di fame''.

''Si potrebbe continuare all'infinito ma serve a qualcosa? - si chiede Di Battista - Ha qualche utilita' sapere ''chi ha sparato per primo''?. Le dichiarazioni del deputato del M5S hanno suscitato un nuovo vespaio di polemiche. ''L'atteggiamento di Di Battista nei confronti della situazione irachena e' disgustoso e antidemocratico'', ha dichiarato Lara Comi, europarlamentare di Forza Italia. ''Meno male che sta finendo l'estate delle parole in liberta'! Perche',francamente, comincia a diventare insostenibile la litania delle enormita'' che non distinguono tra terroristi e vittime, puntualmente, pero', diffuse dai media'', ha commentato il presidente del gruppo Misto alla Camera Pino Pisicchio, in evidente riferimento alle dichiarazioni via Facebook del deputato del M5S Alessandro Di Battista. ''Il Movimento 5 Stelle prosegue nei suoi sermoni scellerati dando vita a letture e giustificazioni del terrorismo in Iraq che non sono piu' accettabili. Il deputato Di Battista dovrebbe solo vergognarsi e, dopo aver chiesto scusa a tutto il Paese, indossare la divisa dell'ex parlamentare'', ha affermato il deputato del Pd Dario Ginefra. ''I suoi disgustosi esercizi di antidemocrazia - aggiunge - e di spalleggiamento agli atti dei terroristi non possono trovare altra soluzione. Grillo e i suoi oramai hanno superato ampiamente tutti i limiti possibili: la liberta' di espressione hai dei limiti anch'essa, soprattutto quando l'obiettivo e' solo quello di offendere la memoria di migliaia di vittime causate del terrorismo e l'intera famiglia di James Foley''.

uda/int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Pd
Anche Orlando in corsa per le primarie Pd, domani l'annuncio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech