venerdì 09 dicembre | 19:07
pubblicato il 27/mag/2012 16:50

Iran/ Teheran: Iran non rinuncia ad arricchimento uranio al 20%

Annunciato la costruzione di una nuova centrale il prossimo anno

Iran/ Teheran: Iran non rinuncia ad arricchimento uranio al 20%

Teheran, 27 mag. (askanews) - L'Iran non intende cedere alla richiesta della comunità internazionaloe di fermare le attività di arricchimento dell'uranio al 20%. Lo ha detto il capo del programma nucleare iraniano, Fereydoun Abbassi Davani, citato oggi dal quotidiano Korrassan. "Non c'è motivo perchè noi cediamo sull'arricchimento al 20%, perché noi produciamo combustibile al 20% solo per i nostri bisogni, né più né meno", ha dichiarato Abbassi Davan. Davani, senza precisare se la Russia sarà nuovamente coinvolta in questo progett, ha anche annunciato che l'Iran inizierà l'anno prossimo a costruire una seconda centrale nucleare da 1.000 megawatt a Bushehr, nel sud del paese, accanto alla centrale costruita dalla Russia. La tv non ha fornito altri dettagli. Il nuovo anno iraniano andrà dal 2l marzo 2013 al 20 marzo 2014.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina