venerdì 24 febbraio | 22:46
pubblicato il 14/feb/2013 18:12

Iran: Marcenaro, no libere elezioni senza stop persecuzione opposizione

Iran: Marcenaro, no libere elezioni senza stop persecuzione opposizione

(ASCA) - Roma, 14 feb - ''Il governo iraniano deve rilasciare immediatamente ed incondizionatamente i leader del Movimento Verde all'opposizione, che si trovano arbitrariamente agli arresti domiciliare da due anni esatti''. Lo ha dichiarato Pietro Marcenaro, presidente della Commissione Politica del Consiglio d'Europa e della Commissione Diritti Umani del Senato in occasione del secondo anniversario del giorno in cui gli ex candidati alla presidenza Mir Hossein Mousavi e Mehdi Karroubi, come anche Zahra Rahnavard, la moglie di Mousavi, scrittrice e attivista politica, sono stati messi de facto agli arresti domiciliari e privati dei loro diritti fondamentali. I tre leader dell'opposizione sono stati arrestati nel febbraio del 2011 dopo aver organizzato manifestazioni in sostegno delle rivolte arabe. ''Il prolungarsi dell'arresto domiciliare viola non solo la legge internazionale ma anche quella iraniana'', ha proseguito Marcenaro che ha anche chiesto alle autorita' iraniane di non perseguitare o arrestare senza fondamento giuridico i figli dei detenuti interrogati la scorsa settimana. Dalla disputa post elettorale del giugno 2009, e mentre l'Iran si sta preparando alle nuove elezioni presidenziali che avranno luogo tra quattro mesi, centinaia di figure dell'opposizione, giornalisti, blogger, studenti, avvocati e altri difensori dei diritti umani si trovano in prigione. Una nuova ondata di arresti e' avvenuta alla fine di gennaio 2013. ''Mi unisco alle Nazioni Unite, alle organizzazioni umanitarie e ai tanti governi di tutto il mondo nel chiedere alle autorita' iraniane di onorare i loro impegni internazionali liberando tutte le persone arbitrariamente detenute per aver esercitato il loro diritto di esprimersi, riunirsi e associarsi liberamente. Se non cessa questa politica di persecuzione e intimidazione contro l'opposizione e la stampa, non ci possono essere le condizioni per libere elezioni a giugno'' ha concluso Marcenaro. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech