sabato 03 dicembre | 01:45
pubblicato il 16/mag/2013 13:14

Internet: Cota, leggi e capi di Stato non si decidono sul web

(ASCA) - Torino, 16 mag - Internet non puo' essere sostitutivo del mondo reale. Lo ha detto il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, intervenendo all'inaugurazione del Salone del libro alla presenza del ministro dei Beni culturali, Massimo Bray. In particolare Cota, pur non facendo espresso riferimento al movimento Cinque stelle, ha accusato le distorsioni del rapporto tra internet e politica. Secondo Cota ''le leggi non si decidono su internet e cosi' i capi di Stato non si scelgono su internet ma nei luoghi deputati, che sono quelli dei rappresentanti eletti dai cittadini''. Piu' in generale Cota ha ricordato la grande importanza che ha avuto internet anche per la trasformazione e la ''conquista della liberta''' in alcuni paesi, ma ha messo l'accento sul pericolo di usare male questo strumento. ''Il mondo virtuale - ha avvertito - e' un castello che prima o poi crolla''.

eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari