sabato 21 gennaio | 21:17
pubblicato il 31/ago/2012 11:49

Intercettazioni/ Riccardi: Questo Governo non deve cambiare legge

Ne stiamo discutendo, io non credo ora ce ne dobbiamo occupare

Intercettazioni/ Riccardi: Questo Governo non deve cambiare legge

Roma, 31 ago. (askanews) - "Sul discorso dell'uso delle intercettazioni noi dobbiamo riflettere e stiamo riflettendo. Nessuno vuole eliminare degli elementi preziosi per la lotta contro il crimine ma nel caso delle telefonate tra il presidente Napolitano e il senatore Mancino non si tratta di lotta contro il crimine". Ma in ogni caso, "io non credo che di questa legge si debba immediatamente occupare questo Governo". Lo ha affermato, fra l'altro, il ministro per l'Integrazione Andrea Riccardi, ospite su RadioUno Rai, a 'Prima di tutto'.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4