giovedì 19 gennaio | 18:38
pubblicato il 24/giu/2011 14:27

Intercettazioni/ Berlusconi: Ora situazione non da Paese civile

Garantire inviolabilità di quelle che non hanno valore penale

Intercettazioni/ Berlusconi: Ora situazione non da Paese civile

Bruxelles, 24 giu. (askanews) - "Credo di dire una banalità, ma non è civile un paese in cui non c'è garanzia dell'inviolabilità di ciò che si dice al telefono". Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi al termine del Consiglio Ue. "Non è più vita - ha aggiunto il premier - quella in cui non si può alzare il telefono e parlare liberamente con il rischio che queste telefonate siano intercettate e poi vederle apparire, anche se non hanno nessun valore penale, sulla stampa o su internet il giorno dopo. Su questo tutti non possono che concordare".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
M5s
Grillo lancia il "reddito universale": confronto è su idea futuro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale