sabato 03 dicembre | 08:31
pubblicato il 25/gen/2011 18:02

Intercettazioni/ Alfano: No ddl a parte, risarcimenti in riforma

Governo è ancora intenzionato a riformare la materia

Intercettazioni/ Alfano: No ddl a parte, risarcimenti in riforma

Roma, 25 gen. (askanews) - Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, dice no a una legge che risarcisca i cittadini 'ingiustamente intercettati', presentata di recente dal deputato Pdl Luigi Vitali. "Riformare le intercettazioni - ha spiegato Alfano ospite a 'Matrix' su Canale 5 - fa ancora parte degli intendimenti del governo e ne discuteranno gli organi del partito. Noi abbiamo lavorato per dare criteri oggettivi e fare in modo che questo strumento di indagine così invasivo venga usato solo nei casi in cui è strettamente indispensabile. Secondo me - ha concluso Alfano - è meglio rivedere anche questo aspetto (il risarcimento a chi viene indebitamente intercettato, ndr) nel contesto complessivo della riforma".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari