lunedì 23 gennaio | 14:00
pubblicato il 25/gen/2011 18:02

Intercettazioni/ Alfano: No ddl a parte, risarcimenti in riforma

Governo è ancora intenzionato a riformare la materia

Intercettazioni/ Alfano: No ddl a parte, risarcimenti in riforma

Roma, 25 gen. (askanews) - Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, dice no a una legge che risarcisca i cittadini 'ingiustamente intercettati', presentata di recente dal deputato Pdl Luigi Vitali. "Riformare le intercettazioni - ha spiegato Alfano ospite a 'Matrix' su Canale 5 - fa ancora parte degli intendimenti del governo e ne discuteranno gli organi del partito. Noi abbiamo lavorato per dare criteri oggettivi e fare in modo che questo strumento di indagine così invasivo venga usato solo nei casi in cui è strettamente indispensabile. Secondo me - ha concluso Alfano - è meglio rivedere anche questo aspetto (il risarcimento a chi viene indebitamente intercettato, ndr) nel contesto complessivo della riforma".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Samsung: incidenti del Galaxy Note 7 causati da batteria
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4