lunedì 16 gennaio | 16:05
pubblicato il 09/apr/2014 11:39

Inps: Garante Privacy, si' a convenzione per accesso banca dati

(ASCA) - Roma, 9 apr 2014 - Le pubbliche amministrazioni e i gestori di pubblico servizio potranno accedere direttamente alle banche dati dell'Inps, ma dovranno rispettare precise regole per impedire eventuali abusi o trattamenti illeciti dei dati.

Il Garante della Privacy ha espresso parere favorevole sullo schema di convenzione tipo che regolera' i rapporti tra l'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale e gli enti che hanno diritto di consultare le sue banche dati per finalita' istituzionali (ad esempio, per il controllo della veridicita' delle autocertificazioni sugli aspetti pensionistici o sulla situazione reddituale per la concessione di agevolazioni e benefici).

Il documento preliminarmente discusso con gli uffici del Garante, anche in attuazione del Codice dell'Amministrazione Digitale, prevede che prima di sottoscrivere una nuova convenzione l'Inps verifichi la sussistenza delle rilevanti finalita' istituzionali su cui si basano le richieste di accesso delle amministrazioni interessate e impone rigorose misure a tutela dei dati personali.

La convenzione stabilisce, inoltre, l'assoluto divieto per l'Ente richiedente di duplicare in forma massiva (ad esempio tramite l'uso di robot o altri dispositivi automatici) i dati resi disponibili dall'Inps e di replicarli in autonome banche dati. Individua quali tipi di dati possono essere consultati e in quale modalita' (ad esempio tramite consultazione on-line o con applicativi ad hoc). L'Inps e gli enti che hanno accesso ai dati dovranno nominare al loro interno sia un Responsabile della Convenzione, sia dei Referenti tecnici che garantiranno la corretta applicazione delle regole di sicurezza tecnico-organizzativa. Mentre apposito personale dovra' provvedere a verifiche sistematiche e a revisioni periodiche delle abilitazioni concesse agli utenti e dovra' comunicare tempestivamente alle controparti eventuali incidenti relativi alla sicurezza.

A tal proposito, i dati degli accessi telematici saranno conservati il tempo necessario per consentire anche verifiche a posteriori sul corretto utilizzo dei servizi Inps e le amministrazioni dovranno informare gli operatori che le loro attivita' sulla banca dati saranno monitorate anche tramite appositi applicativi.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow