lunedì 23 gennaio | 20:20
pubblicato il 20/dic/2013 14:34

Infrastrutture/Senato: Torino-Lione, avviata discussione ddl ratifica

(ASCA) - Roma, 20 dic - Avvio di discussione in commissione Lavori pubblici, comunicazioni del Senato (sede consultiva) del ddl 1164 di ratifica dell'accordo tra Italia e Francia per la realizzazione e l'esercizio della nuova linea ferroviaria Torino-Lione, gia' approvato dalla Camera. Sul tema giovedi' 19 era in programma anche l'audizione del direttore generale di Lyon Turin Ferroviaire (LTF) sullo stato di avanzamento dei lavori che pero' non si e' svolta.

Il senatore del Pd Daniele Borioli, relatore, ha illustrato il contenuto dell'accordo sottolineando che il collegamento ferroviario - oggetto di forti critiche anche in sede parlamentare da parte di Sel e M5S - si colloca nella tratta strategica del corridoio mediterraneo della rete transeuropea TEN-T e costituisce una porzione del progetto prioritario ''Lione-Trieste-Budapest-Confine ucraino'', al centro degli assi di comunicazione tra il Nord e il Sud dell'Europa. L'accordo - gia' ratificato dalla Francia - costituisce un protocollo addizionale al precedente stipulato tra i due Paesi nel 2001 che prevedeva la realizzazione della tratta ferroviaria per il trasporto di merci e passeggeri tra Torino e Lione e definiva la prima fase della realizzazione della parte comune italo-francese, con l'avvio delle relative attivita' propedeutiche, quali la costituzione della societa' LTF, per la realizzazione degli studi e dei lavori preliminari della parte comune italo-francese nonche' delle opere connesse alla predisposizione e alla realizzazione dei relativi progetti. Con il nuovo accordo le parti stabiliscono le condizioni di realizzazione del progetto di collegamento nonche' le condizioni di esercizio dell'opera, una volta realizzata, e inoltre si definisce la disciplina relativa alla costituzione e al funzionamento del Promotore pubblico, al quale sara' affidata la gestione. Il relatore ha chiarito che per procedere all'avvio dei lavori definitivi della parte comune italo-francese occorrera' approvare un protocollo addizionale separato. lcp/gbt/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4