sabato 10 dicembre | 23:57
pubblicato il 20/dic/2013 14:34

Infrastrutture/Senato: Torino-Lione, avviata discussione ddl ratifica

(ASCA) - Roma, 20 dic - Avvio di discussione in commissione Lavori pubblici, comunicazioni del Senato (sede consultiva) del ddl 1164 di ratifica dell'accordo tra Italia e Francia per la realizzazione e l'esercizio della nuova linea ferroviaria Torino-Lione, gia' approvato dalla Camera. Sul tema giovedi' 19 era in programma anche l'audizione del direttore generale di Lyon Turin Ferroviaire (LTF) sullo stato di avanzamento dei lavori che pero' non si e' svolta.

Il senatore del Pd Daniele Borioli, relatore, ha illustrato il contenuto dell'accordo sottolineando che il collegamento ferroviario - oggetto di forti critiche anche in sede parlamentare da parte di Sel e M5S - si colloca nella tratta strategica del corridoio mediterraneo della rete transeuropea TEN-T e costituisce una porzione del progetto prioritario ''Lione-Trieste-Budapest-Confine ucraino'', al centro degli assi di comunicazione tra il Nord e il Sud dell'Europa. L'accordo - gia' ratificato dalla Francia - costituisce un protocollo addizionale al precedente stipulato tra i due Paesi nel 2001 che prevedeva la realizzazione della tratta ferroviaria per il trasporto di merci e passeggeri tra Torino e Lione e definiva la prima fase della realizzazione della parte comune italo-francese, con l'avvio delle relative attivita' propedeutiche, quali la costituzione della societa' LTF, per la realizzazione degli studi e dei lavori preliminari della parte comune italo-francese nonche' delle opere connesse alla predisposizione e alla realizzazione dei relativi progetti. Con il nuovo accordo le parti stabiliscono le condizioni di realizzazione del progetto di collegamento nonche' le condizioni di esercizio dell'opera, una volta realizzata, e inoltre si definisce la disciplina relativa alla costituzione e al funzionamento del Promotore pubblico, al quale sara' affidata la gestione. Il relatore ha chiarito che per procedere all'avvio dei lavori definitivi della parte comune italo-francese occorrera' approvare un protocollo addizionale separato. lcp/gbt/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina