domenica 22 gennaio | 01:18
pubblicato il 26/ott/2013 11:03

Infrastrutture/Senato: legge stabilita', al vaglio misure per settore

(ASCA) - Roma, 26 ott - La legge di stabilita' ha iniziato in settimana il suo iter parlamentare e la commissione Lavori pubblici del Senato ne ha avviato l'esame per le parti di competenza che comprendono anche la tabella del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Con l'articolo 4 dedicato proprio al settore, la legge di stabilita' autorizza - tra l'altro - una spesa di 335 mln di euro per la manutenzione straordinaria della rete stradale per l'anno 2014 e la prosecuzione degli interventi previsti dai contratti di programma gia' stipulati tra il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e la societa' ANAS Spa; una spesa di 50 mln di euro per l'anno 2014, di 170 mln di euro per l'anno 2015 e di 120 mln di euro per l'anno 2016 per la realizzazione del secondo stralcio del Macrolotto 4 dell'asse autostradale Salerno-Reggio Calabria; finanziamenti per la prosecuzione dei lavori per il Mose e il suo completamento (200 mln per il 2014, 100 mln per il 2015, 71 mln per il 2016 e 30 mln per il 2017. Per assicurare la continuita' dei lavori di manutenzione straordinaria della rete ferroviaria inseriti nel contratto di servizio 2012-2014 tra il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e la societa' RFI, e' poi autorizzata una spesa di 500 mln di euro per l'anno 2014, mentre 50 mln sono destinati nel 2015 e nel 2016 a finanziare l'asse ferroviario AV/AC Napoli-Bari, ed in particolare per il completamento della tratta Cancello-Frasso Telesino e della variante alla linea Roma-Napoli. Ancora, per l'avvio immediato di interventi di adeguamento del tracciato e la velocizzazione dell'asse ferroviario Bologna-Lecce, si autorizza la spesa di 50 mln di euro per l'anno 2014 e di 150 mln di euro per ciascuno degli anni 2015 e 2016. Il Mit non sfugge ai tagli che la legge di stabilita' opera sulle spese della pubblica amministrazione. Le somme relative alle spese rimodulabili accantonate e rese indisponibili per il Ministero, fatte le risorse destinate all'Expo 2015, ammontano a 38 mln per il 2015 e a 86,7 mln per il 2016 e anni successivi., mentre si aggirano sui 7 milioni annui i tagli ai consumi intermedi. Quanto al bilancio, lo stato di previsione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti dispone uno stanziamento complessivo di 12,3 mld di euro di competenza per il 2014, di cui circa 6,9 mld relativi alle spese correnti e poco piu' di 5,4 mld alle spese in conto capitale. Il presidente della Commissione Altero Matteoli ha espresso un giudizio positivo sull'impianto della manovra considerando la difficolta' complessiva che il Paese sta attraversando. L'esame proseguira' la prossima settimana.

lcp/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4