sabato 25 febbraio | 21:27
pubblicato il 18/lug/2014 13:48

Infrastrutture: Province a Lupi, investimenti fuori da patto stabilita'

(ASCA) - Roma, 18 lug 2014 - ''Nel 2013 le Province hanno destinato 2,1 miliardi di euro per la costruzione, la manutenzione e la messa in sicurezza dei 130 mila chilometri di strade provinciali che gestiscono. Di queste risorse, 1,2 miliardi sono stati utilizzati per investimenti, il 50% del totale delle opere cantierate dalle Province. Ma tra i tagli operati con le manovre economiche e con la spending review e i limiti imposti dal patto di stabilita' interno, la possibilita' di investire delle Province si e' ridotta drasticamente, con evidenti ripercussioni sia ai danni dei servizi ai cittadini che per l'economia locale. Per questo chiediamo al Ministro Lupi di sostenere nel Governo la nostra richiesta di escludere le spese per gli investimenti in infrastrutture dal patto di stabilita'''. E' la proposta - riferisce una nota - avanzata dal Presidente del'Upi, Alessandro Pastacci insieme al Presidente della Provincia di Milano Guido Podesta', in un incontro avuto con il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi. com-stt (ASCA) - Roma, 18 lug 2014 - ''I tagli ai bilanci e i limiti del patto di stabilita' stanno creando vere e proprie emergenze nelle Province: ormai - hanno detto i presidenti dell'Upi e della Provincia di Milano al ministro delle Infrastrutture, Lupi - in molte realta' non solo e' impossibile assicurare gli interventi urgenti, ma soprattutto non siamo piu' in grado di programmare la manutenzione per i prossimi mesi, a partire dai piani neve per la rete viaria provinciale. In questa situazione da una parte si riducono i servizi ai cittadini, dall'altra aumenta l' insicurezza e l'impraticabilita' della rete stradale, con il rischio di isolare porzioni intere di territorio e delle loro collettivita'. ''C'e' bisogno - hanno concluso i Presidenti - di un piano straordinario di investimenti sulle infrastrutture di comunicazione, che superi i ritardi e la marginalizzazione che ancora persistono in alcune aree del Paese, colmi il gap infrastrutturale che caratterizza il Mezzogiorno e contribuisca fattivamente alla crescita delle competitivita'''.

com-stt/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Lavoro
Renzi: ruolo Stato non è offrire reddito ma lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech