lunedì 27 febbraio | 08:22
pubblicato il 20/nov/2013 15:35

Infanzia: Spadafora, in Italia situazione critica. Poco da celebrare

Infanzia: Spadafora, in Italia situazione critica. Poco da celebrare

(ASCA) - Roma, 20 nov - ''La condizione dell'infanzia in Italia e' critica e sembra non evolvere. Sull'analisi c'e' compattezza ma il problema sono le azioni. Non dobbiamo ritrovarci fra un anno a ribadire le stesse cose senza essere riusciti a fare nulla''. Lo ha detto - riferisce una nota - l'autorita' garante per l'Infanzia e l'Adolescenza, Vincenzo Spadafora, all'evento istituzionale per celebrare la Giornata nazionale per i diritti dell'infanzia, dedicato quest'anno al rilancio delle adozioni e dell'affido. Una giornata in cui ''c'e' poco da celebrare'', ha indicato il garante che chiede piu' fondi destinati all'Infanzia nell'ambito della legge di stabilita' e il ripristino dell'Osservatorio nazionale sull'infanzia.

''Il problema enorme - ha argomentato Spadafora - e' che alcune famiglie non riescono a garantire un pasto corretto ai figli ogni giorno, stanno crescendo ragazzi la cui unica prospettiva e' formare altre famiglie povere e troppi ragazzi non dispongono di risorse per la socialita', per cose banali come andare al cinema, che pero' incidono fortemente sulla qualita' della vita. Oggi quindi c'e' poco da celebrare''.

''Lampedusa, i Parioli a Roma, i minorenni in carcere, la poverta' diffusa nelle periferie ed anche nelle grandi citta'. Non posso pensare che non ci siano le risorse per intervenire in aiuto delle tante esigenze dei nostri ragazzi'', ha continuato il garante. Per Spadafora, infatti, ''si sta abusando della disponibilita' delle associazioni, che troppo spesso sono costrette a sostituire le istituzioni sul territorio. Questa legge di stabilita' deve destinare fondi, rispondendo alle richieste delle tante realta' che quotidianamente, nel contatto diretto con i ragazzi, sono testimoni dei loro bisogni. Non e' pensabile che non si dia ascolto a queste esigenze, tanto piu' in un paese in cui le lobby di tutt'altro genere proliferano''. Parallelamente, Spadafora ha auspicato ''una collaborazione efficace con la Commissione bicamerale per l'Infanzia e l'Adolescenza, il ripristino dell'Osservatorio nazionale sull'infanzia e l'avvio di una cabina di regia su queste politiche che superi la frammentazione di oggi e rafforzi il sistema di tutela e di promozione dei diritti dei bambini e degli adolescenti nel nostro Paese''.

com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech