giovedì 08 dicembre | 08:01
pubblicato il 31/mar/2016 18:43

Inchiesta "Tempa Rossa", nel governo si apre il caso Guidi

Opposizioni: se confermate le anticipazioni al compagno su ok Parlamento a Total deve dimettersi subito

Inchiesta "Tempa Rossa", nel governo si apre il caso Guidi

Roma, 31 mar. (askanews) - Rischia di scoppiare a livello nazionale il caso Potenza dopo le inchieste sulla gestione dei rifiuti liquidi prodotti dal C.O.V.A. (Centro Olio Val d'Agri) di Viggiano, in provincia di Potenza, nell'ambito della concessione "Val d'Agri", che ha portato oggi a cinque arresti ai domiciliari a carico di funzionari e dipendenti dell'Eni e 37 indagati. Una inchiesta che si compone di due filoni: uno per reati ambientali e il secondo, denominato "Tempa Rossa" e distinto dal primo, che ha consentito di scoprire un "ben sperimentato e consolidato sistema di malaffare caratterizzato da tutta una serie di reati contro la pubblica amministrazione", affermano gli inquirenti, nel quale sarebbero emerse alcune intercettazioni che riguardano l'imprenditore e compagno del ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, Gianluca Gemelli, che figura tra gli indagati.

Secondo la ricostruzione di alcuni quotidiani, agli atti dell'inchiesta ci sarebbero anche alcune intercettazioni in cui sarebbe direttamente coinvolta la ministra Guidi. Parlando al telefono con il compagno, la Guidi farebbe riferimento ad un emendamento alla Legge di Stabilità 2015, approvato all'ultimo momento nel dicembre del 2014, con il quale si dava il via libera al progetto di estrazione di petrolio Tempa Rossa, a favore della società petrolifera francese Total, di cui l'azienda di Gemelli era subappaltatrice e da cui avrebbe ricavato oltre due milioni di euro. Nelle intercettazioni nelle quali si assicura l'approvazione dell'emendamento, verrebbe citata "Mariaelena", chiaro riferimento alla ministro Boschi che come responsabile dei Rapporti con il Parlamento stava seguendo l'iter legislativo della Legge di Stabilità.

Immediate le richieste di dimissioni del ministro Guidi da parte del M5s e Forza Italia e degli altri partiti di opposizione. Sinistra Italiana ha anche prospettato, in assenza di dimissioni, una mozione di sfiducia nei suoi confronti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni