sabato 25 febbraio | 20:22
pubblicato il 27/set/2014 15:49

Incendio Milazzo, Marinello(Ncd): preoccupano ricadute ambientali

Troppi errori in passato Eni ora cambi passo (ASCA) - Roma, 27 set 2014 - "Sono fortemente preoccupato per l'incendio di Milazzo perche' al di la delle rassicurazioni del caso, un incidente di tale portata ha sicuramente un impatto ambientale e le conseguenze potremo valutarle soltanto in futuro". Lo dichiara in una nota il presidente della commissione Ambiente del Senato, Giuseppe Marinello, che sta seguendo il caso del rogo alla raffineria, in stretto contatto con la Prefettura e i Vigili del Fuoco. "Le pratiche industriali - aggiunge - devono avere sempre e comunque come primo vero obiettivo la tutela della salute, dei territori e dei cittadini. Siamo fiduciosi che la nuova dirigenza Eni sapra' valutare come in questi ultimi anni, specie nel settore della raffinazione, in Italia si siano probabilmente compiuti una serie di errori e dunque non e' piu' eludibile un cambio di passo e forse una rivisitazione delle strategie e dei management aziendali".

Sgr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Lavoro
Renzi: ruolo Stato non è offrire reddito ma lavoro di cittadinanza
Pd
Orlando: mi candido per guidare il Pd, non contro qualcuno
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech