domenica 11 dicembre | 03:27
pubblicato il 27/set/2014 15:49

Incendio Milazzo, Marinello(Ncd): preoccupano ricadute ambientali

Troppi errori in passato Eni ora cambi passo (ASCA) - Roma, 27 set 2014 - "Sono fortemente preoccupato per l'incendio di Milazzo perche' al di la delle rassicurazioni del caso, un incidente di tale portata ha sicuramente un impatto ambientale e le conseguenze potremo valutarle soltanto in futuro". Lo dichiara in una nota il presidente della commissione Ambiente del Senato, Giuseppe Marinello, che sta seguendo il caso del rogo alla raffineria, in stretto contatto con la Prefettura e i Vigili del Fuoco. "Le pratiche industriali - aggiunge - devono avere sempre e comunque come primo vero obiettivo la tutela della salute, dei territori e dei cittadini. Siamo fiduciosi che la nuova dirigenza Eni sapra' valutare come in questi ultimi anni, specie nel settore della raffinazione, in Italia si siano probabilmente compiuti una serie di errori e dunque non e' piu' eludibile un cambio di passo e forse una rivisitazione delle strategie e dei management aziendali".

Sgr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina