venerdì 20 gennaio | 03:09
pubblicato il 30/mag/2015 17:50

In Campania sfida a cinque, tra veleni e dubbi legge Severino

Battaglia all'ultimo voto fra Caldoro e De Luca, incognita M5S

In Campania sfida a cinque, tra veleni e dubbi legge Severino

Napoli, 30 mag. (askanews) - Sarà ricordata come la campagna elettorale dei veleni questa delle Regionali 2015 in Campania, dove le polemiche sulle fedine penali dei candidati e sull'ipotesi di sospensione in base alla legge Severino hanno prevalso sui programmi. Dei cinque aspiranti alla presidenza la sfida più significativa è la riproposizione di quella del 2010 tra l'attuale governatore Stefano Caldoro, Fi, e Vincenzo De Luca, Pd. Le incognite, o sorprese, che potrebbero segnare l'esito del voto sono due: una buona affermazione della cittadina del M5S Valeria Ciarambino, unica donna candidata, il peso dell'elettorato moderato dell'Udc che si è diviso tra centrodestra e centrosinistra. A sostegno di Salvatore Vozza le sinistre riunite nella lista "Sinistra al lavoro per la Campania". Di stampo meridionalista la lista civica Mo! che punta sul giornalista Marco Esposito.

A fronte dei cinque anni di governo regionale Caldoro, napoletano, 54 anni, ha puntato sullo slogan "Finalmente il futuro". La coalizione di centrodestra annovera Fi, Ncd, Fratelli d'Italia, Caldoro presidente, Noi Sud, Popolari per l'Italia-Pri, Mai più Terra dei Fuochi, Vittime della giustizia e del Fisco. "A testa alta" il motto di De Luca, nato a Ruvo del Monte (Potenza) nel 1949, che conta sull'appoggio di 9 liste: Pd, Centro Democratico, Campania in rete, Verdi, Socialisti, Campania libera, Italia dei Valori, De Luca presidente, Udc. Pur presentandosi con il logo del partito nella coalizione di centrosinistra, l'Udc è sostanzialmente divisa. L'ala demitiana, con il placet di Lorenzo Cesa, ha scelto De Luca. L'ala vicina a Casini, invece, appoggia Caldoro.

Compatto su Valeria Ciarambino, quarantadue anni di Pomigliano d'Arco (Napoli), il M5S che punta sui temi propri del Movimento sotto lo slogan "Spazza via il vecchio, il nuovo siamo noi". A sostegno di Salvatore Vizza "Sinistra al Lavoro per la Campania", lista unitaria i partiti, associazioni e realtà della sinistra campana. Sessantadue anni, di Castellammare di Stabia (Napoli) Vozza ha scelto lo slogan "Ora puoi scegliere". In politica da pochi anni il cinquantaduenne giornalista Marco Esposito (un passato al Mattino ed ex assessore della prima giunta de Magistris a Napoli) che ha creato un Movimento e una lista civica di stampo meridionalista.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale