martedì 06 dicembre | 17:48
pubblicato il 05/nov/2013 11:06

Imu: Zanetti (Sc), per abrogazione seconda rata ora o mai piu'

Imu: Zanetti (Sc), per abrogazione seconda rata ora o mai piu'

(ASCA) - Roma, 5 nov - ''Si avvicina a grandi falcate la scadenza del 16 dicembre e ancora non si sa nulla degli oltre 2 miliardi necessari per onorare l'impegno politico di integrale abolizione dell'IMU prima casa, assunto 'in bianco' dal Governo lo scorso agosto sotto ricatto del PDL. E' arrivato il momento di decidere e sul piatto, ormai, le possibili soluzioni sono strettissime''. Lo sottolinea in una nota Enrico Zanetti, responsabile politiche fiscali di Scelta Civica e vicepresidente della commissione Finanze della Camera. ''Una possibilita' ancora praticabile e' che il Governo vari in fretta e furia un decreto con cui mette in atto la rivalutazione delle partecipazioni in Banca d'Italia, facendo versare entro fine anno alle banche l'imposta sostitutiva di rivalutazione e impiegandone il gettito a copertura del mancato introito IMU. In alternativa - spiega Zanetti - non rimane che ripescare l'emendamento da noi proposto diverse settimane fa e trasformare l'abrogazione della prima rata in una rimodulazione dell'IMU per tutto l'anno, con un raddoppio delle detrazioni che, a coperture invariate, determini un 'IMU a zero' per circa il 70% dei proprietari e mandi alla cassa il prossimo 16 dicembre solo il restante 30% e non gia' tutti come accadrebbe se non si facesse niente. Se, quando l'avevamo proposta noi, questa era senz'altro la soluzione piu' ragionevole, ora che si e' trascinata la questione sino a cosi' ridosso della scadenza riteniamo che sarebbe deleterio cambiare le carte in tavola e pensiamo - prosegue Zanetti - che si debba assolutamente procedere in modo tale da non rimangiarsi quella che, per quanto sbagliata e frutto di un ricatto, e' stato pur sempre un impegno assunto dal Governo in modo univoco. Tanto piu' che le banche pagherebbero volentieri il costo della rivalutazione delle partecipazioni, pur di fruire dei positivi effetti che l'operazione avrebbe sui loro parametri di patrimonializzazione, con ulteriori effetti positivi a cascata sulla loro operativita' sul fronte della concessione del credito'', conclude Zanetti.

com-ceg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Touchscreen e realtà aumentata: a Milano il supermarket del futuro
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni