giovedì 23 febbraio | 22:32
pubblicato il 03/set/2013 14:15

Imu: Zanetti (Sc), basta lezioni su taglio tasse da chi non riduce spesa

(ASCA) - Roma, 3 set - ''Si sprecano in questi giorni uscite perentorie di dirigenti del Pdl all'insegna del 'NO all'aumento dell'Iva' che, per profondita' di analisi e concretezza di proposta, costituiscono la drammatica trasposizione politica delle caricature cinematografiche delle miss di turno che sfilano sul palco e dicono 'SI' alla pace nel mondo'''. Lo afferma Enrico Zanetti, responsabile politiche fiscali Scelta Civica e vicepresidente della commissione Finanze della Camera, il quale aggiunge: ''La dinamica della spesa degli ultimi anni spiega nel modo piu' veritiero e incontrovertibile chi puo' veramente dare un contributo nella direzione di ridurre le tasse aggredendo la spesa pubblica, e chi invece con ogni probabilita' continuera' solo a fare propaganda sulla pelle dei cittadini''. ''Nel 2000 - prosegue - la spesa corrente al netto di interessi passivi e prestazioni sociali era di 248 miliardi di euro (20,74% del Pil). Nel 2005, dopo quasi cinque anni di Governi Berlusconi, e' salita a 326 miliardi di euro (22,72% del Pil). Nel 2008, dopo due anni scarsi di Governo Prodi, e' ulteriormente salita a 357 miliardi di euro (22,66% del Pil).

Nel 2009, nonostante la bufera della crisi fosse gia' alle porte, il Governo Berlusconi l'ha lasciata lievitare di ulteriori 13 miliardi, portandola a 370 miliardi di euro (24,32% del Pil). Tra il 2010 e il 2011, a situazione gia' pesantemente compromessa, l'ha ridotta in due anni di 5 miliardi, portandola a 365 miliardi di euro (23,15% del Pil)''. L'esponente di Scelta civica rivendica quindi alcuni meriti al governo Monti, che, sostiene, nel 2012, in appena un anno, ha ridotto la la spesa corrente ''di 10 miliardi di euro, portandola a 355 miliardi di euro (22,68%) e impostando sul 2013 una ulteriore riduzione di circa 3,5 miliardi che l'ha portata alle attuali stime di 351,5 miliardi. Quei 3,5 miliardi di euro - sottolinea Zanetti - sono una delle doti lasciate dal Governo Monti al Governo Letta (oltre, ad esempio, alla possibilita' di varare il piano di rientro dei debiti della P.A. grazie all'uscita dalla procedura di deficit eccessivo) e sono, guarda caso, lo spazio economico che Scelta Civica aveva sin dal principio individuato per togliere nel 2013 l'Imu al 70% delle famiglie italiane (costo 2,5 miliardi) e scongiurare fino a fine anno l'aumento dell'Iva (costo 1 miliardo), tutto senza ricorrere, per davvero pero', a nuove tasse e giochi delle tre carte''. ''Al Governo che vogliamo continuare a sostenere con convinzione - conclude Zanetti - chiediamo di non cedere ulteriormente terreno a chi declama obiettivi che, con le sue scelte di questi anni e le sue pretese di questi mesi e' il primo a rendere piu' difficili, e di proseguire insieme a Scelta Civica e alle forze migliori degli altri partiti della coalizione sulla via del contenimento e della razionalizzazione della spesa, per avere, allora si' per davvero, riduzioni 'tax free' di questa o quell'imposta, senza prendere in giro gli italiani''.

com-sgr/cam/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Pd
Orlando in campo a primarie Pd: mi candido, serve responsabilità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech