venerdì 02 dicembre | 21:22
pubblicato il 16/ago/2013 14:41

Imu: Tosi, basta incertezze. Service tax? Si faccia per poter lavorare

(ASCA) - Verona, 16 ago - ''I comuni devono sapere su che risorse economiche possono contare, dopo le incertezze sull'Imu ora si parla di service tax. La si faccia cosi' possiamo lavorare''. Cosi' il sindaco di Verona, Flavio Tosi, che sottolinea come ''da Roma arriva ormai solo l'elemosina, che dicano ai comuni di arrangiarsi cosi' chi e' virtuoso ce la fara' e chi non lo e' sara' costretto a diventarlo''. Secondo il leader della Liga Veneta ''la cosa piu' saggia e' che i comuni gestiscano direttamente la partita''. Lo spunto e' dato dalla vicenda Imu che ''ha generato un'assoluta incertezza sulle regole con i rapporti tra Stato e comuni che ormai viaggiano su piani diversi'', ha continuato Tosi. ''Prima potevamo fare il bilancio di previsione in tempo ora siamo costretti a farlo, per quello del 2013, il prossimo settembre'', ha aggiunto. ''Ci vogliono soluzioni ultimative e adesso che si parla di Service Tax ebbene la si faccia'', ha concluso il sindaco di Verona.

fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Renzi: risultato aperto, in 48 ore ci giochiamo i prossimi 20 anni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari