venerdì 20 gennaio | 11:54
pubblicato il 14/ott/2013 19:51

Imu: M5S Camera, governo schizofrenico e ipocrita, votiamo no a dl

(ASCA) - Roma, 14 ott - ''Da una parte si ratifica l'abolizione della prima rata, dall'altra si proroga ulteriormente la riforma della tassazione sugli immobili. Il governo delle larghe intese naviga a vista e, un po' schizofrenico e un po' ipocrita, preferisce restare nell'indeterminatezza, favorendo magari gli interessi di qualche lobby amica. Ecco perche' votiamo no a questo decreto sull'Imu, perche' non ci facciamo complici di partiti che danno con una mano per togliere ancora di piu' con l'altra in modo piu' o meno occulto''. Lo affermano i deputati del M5S in una nota.

''L'Imposta municipale propria e' unatassa odiosa, ma in Parlamento abbiamo avuto solo poche ore per studiare i 500 emendamenti. E' questo - si chiede il M5S Camera - un modo serio di legiferare? Inoltre siamo di fronte a un insieme mal assortito di interventi che non alleviano la situazione complessiva e non soddisfano pienamente nessuno: il Pdl non e' riuscito a difendere i ceti privilegiati, visto che gli immobili di lusso pagheranno l'Imu cosi' come gli imprenditori e i professionisti; il Pd, che cerca di recitare stancamente il suo ruolo di difensore delle classi piu' deboli, sta gia' studiando come fare per recuperare dai cittadini quanto graziosamente concesso. Ci sara' infatti una riduzione nella detrazione delle polizze di assicurazione e quasi sicuramente si dovra' ricorrere alla clausola disalvaguardia con conseguente aumento di Ires, Irap e accise varie''. I deputati M5S proseguono: ''Con un emendamento noi del M5S, che pensiamo davvero ai problemi della gente, avevamo cercato di eliminare l'Imu per i terremotati. Era stato trasformato in ordine del giorno tre mesi fa: che fine ha fatto?''. ''Rimane, poi, gravemente ignorato il grido d'aiuto delle imprese italiane, costituite soprattutto da Pmi che costituiscono l'ossatura economica del paese e che si vedono costrette ad affrontare una tassazione parossistica. La verita' e' che le luci sono troppo poche e troppe le ombre in questo provvedimento che sembra risolversi nel solito gioco delle tre carte, con il quale governi posticci che si sono succeduti nel tempo - chiudono i deputati M5S - hanno cercato di tergiversare e prendere tempo. Via l'Ici, dentro l'Imu.

Via l'Imu, dentro la Service Tax. E chi ci rimette sono sempre i cittadini italiani''.

com-ceg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Terremoti
Gentiloni a Chigi, pre-Consiglio ministri su emergenze sisma-neve
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale