venerdì 20 gennaio | 23:56
pubblicato il 29/ago/2013 15:51

Imu: Introna (Puglia), bene ma ora non dimentichiamo piu' deboli

Imu: Introna (Puglia), bene ma ora non dimentichiamo piu' deboli

(ASCA) - Bari, 29 ago - ''Un provvedimento di forte valore sociale, attento alle famiglie, che alleggerisce la pressione fiscale sulle abitazioni e si fa carico della condizione difficile dei cassintegrati e di quella ingiusta degli esodati''. Il presidente del Consiglio regionale della Puglia Onofrio Introna commenta in una nota le decisioni del Consiglio dei Ministri, ''che vengono incontro ad attese primarie di tanti italiani e pugliesi''.

''Con i provvedimenti sull'Imu e rinvenendo risorse per 1,2 miliardi di euro complessivi destinate a categorie svantaggiate di lavoratori, sono state fugate le preoccupazioni dei piccoli proprietari e dei numerosi cassintegrati ed ex dipendenti''.

Oltre a cancellare l'imposta sulla prima casa, il Governo nazionale ha stanziato 500 milioni di euro per la cassa integrazione in deroga e 700 milioni per salvaguardare i 6.500 esodati, ''che l'attuazione della riforma Fornero aveva letteralmente dimenticato per strada - dichiara Introna - donne e uomini lasciati senza piu' lavoro e senza ancora pensione, gettando in un autentico incubo migliaia di cittadine e cittadini senza colpe''.

''Per questo - osserva Introna - non possiamo che sentirci tutti sollevati, rassicurati dal riconoscimento delle legittime aspettative di lavoratori minacciati dallo spettro della disoccupazione e di quelli gia' transitati in quiescenza, che finalmente potranno ottenere il meritato trattamento pensionistico, la loro unica fonte di sostentamento''.

Il presidente del consiglio pugliese auspica che l'eliminazione dell'Imu sia il segnale di una fase di alleggerimento del carico fiscale, ''che com'e' noto in Italia colpisce soprattutto i contribuenti a reddito fisso''.

''Stipendi e salari non si toccano - conclude Introna - mi auguro che il Governo voglia confermare l'attenzione al Paese reale, difendendo i redditi da lavoro. Allo stesso tempo, l'auspicio e' che il sostegno ai lavoratori piu' deboli, non dimentichi la difficile situazione in cui si trovano alcune centinaia di ex dipendenti delle ex CCR di Bari. Anche con l'impegno della Giunta regionale, vanno reperite le risorse per restituire loro dignita' e ''visibilita''''.

red/mau/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4