sabato 10 dicembre | 04:32
pubblicato il 29/nov/2013 15:26

Imu: Gasparri, prossimo anno un salasso altro che service tax Pdl

Imu: Gasparri, prossimo anno un salasso altro che service tax Pdl

(ASCA) - Roma, 29 nov - ''L'atteggiamento del governo e' patetico. Sventola l'abolizione dell'Imu ma in realta' c'e' chi questa tassa la paghera' e per di piu' senza che il governo si sporchi le mani. Spettera' infatti ai Comuni che hanno innalzato l'aliquota Imu nel 2013 chiedere circa 50 euro a famiglia, giacche' sono state messe a disposizione risorse per coprire solo in parte il mancato gettito.

Insomma, il governo vuol far bella figura sulle spalle dei Comuni costretti a chiedere soldi ai cittadini. Tutto cio' aggiunto alle nuove imposte sulla casa che per il 2014 sono previste nella legge di stabilita', il salasso e' servito.

Inutile scervellarsi con fantasiosi acronimi. Cambia nome ma la tassa sulla casa resta. Quello che il Pdl aveva in mente di realizzare con la service tax era ben diverso da questa usurpazione''. Lo ha dichiarato il sen. Maurizio Gasparri (FI-Pdl). com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina