martedì 24 gennaio | 14:51
pubblicato il 24/ott/2013 12:16

Imu: Fornaro (Pd), primo passo verso nuovo modello

(ASCA) - Roma, 24 ott - ''Il voto di oggi e' sicuramente un passo avanti verso un nuovo modello della tassazione immobiliare. Con questo decreto legge, infatti, nella prospettiva del passaggio nel 2014 a un sistema di service tax, definito Trise, non e' piu' dovuta la prima rata dell'Imu. Ma nel testo che votiamo sono presenti anche altre importanti esenzioni e agevolazioni che testimoniano l'attenzione dell'esecutivo alle richieste degli amministratori locali e di diversi settori produttivi''. Lo dichiara il senatore del Partito Democratico, Federico Fornaro, relatore del Dl Imu-Cig che sara' approvato questa mattina nell'aula del Senato. ''Sono esentati dalla seconda rata dell'Imu - spiega - i fabbricati costruiti dalle imprese e destinati alla vendita, gli alloggi sociali e, a partire dal 2014, anche gli immobili destinati alla ricerca scientifica. Gli effetti della tassazione dell'Imu sono anche attenuati per una serie di categorie tra le quali forze armate, polizia e vigili del fuoco: per loro non sono piu' richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica per il riconoscimento dell'abitazione principale. All'interno del decreto c'e' poi un capitolo importante che riguarda anche la cedolare secca per gli affitti, che passa dall'attuale 19% al 15%, per favorire la riemersione del sommerso, ma anche un cospicuo intervento della Cassa Depositi e Prestiti per far riprendere il volano dei mutui per l'acquisto della prima casa''. ''Anche la finanza locale ha importanti agevolazioni grazie a questo decreto. Su richiesta dei comuni si potra' continuare ad applicare la Tarsu con i regolamenti del 2012 e sono gia' state rimborsate le risorse della prima rata. Puo' sembrare una cosa normale ma uguale tempestivita' non c'era stata - conclude Fornaro - quando fu cancellata l'Ici sulla prima casa da parte dell'allora governo Berlusconi. Per quanto riguarda la Cassa integrazione in deroga, infine, il fondo e' stato rifinanziato con 500 milioni su richiesta delle regioni''.

sgr/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4