venerdì 09 dicembre | 00:04
pubblicato il 02/dic/2013 09:31

Imu: Delrio, era meglio lasciarla per ricchi

Imu: Delrio, era meglio lasciarla per ricchi

(ASCA) - Roma, 2 dic - ''Era piu' semplice far pagare una quota al 10% dei piu' abbienti. Ne avremmo ricavato 1,2-1,4 miliardi. E invece guarda cosa succede ora. I troppi compromessi ci costringono a dover racimolare altri 150-200 milioni''. Il ministro per gli Affari regionali, Graziano Delrio, in un'intervista al quotidiano 'la Repubblica', si esprime cosi' sull'abolizione dell'Imu sulla prima casa e sulla residua mini-Imu. ''La partita non e' ancora finita. C'e' una porta aperta in Parlamento: la legge di Stabilita''', precisa Delrio, per il quale ''la coperta delle risorse si e' mostrata piu' corta del previsto: e' la verita' che dobbiamo dire agli italiani.

Ma nello stesso tempo chiediamo comprensione a sindaaci e cittadini''. Il ministro esprime quindi ''rammarico per una scelta che non aveva senso'', sottolinenado che ''i troppi compromessi costringono il governo a racimolare altri 150.200 milioni''.

sgr/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni