venerdì 09 dicembre | 07:43
pubblicato il 29/nov/2013 09:08

Imu: Comuni in rivolta contro un testo che ancora non c'e'

Imu: Comuni in rivolta contro un testo che ancora non c'e'

(ASCA) - Roma, 29 nov - Il testo del decreto che abolisce la seconda rata dell'Imu sulla prima casa per il 2013 non e' stato ancora pubblicato, ma ha messo in moto tenaci proteste da parte dei Comuni italiani dal momento dell'approvazione di Palazzo Chigi. La protesta riguarda principalmente i circa 600 Comuni che avevano innalzato l'aliquota Imu nel 2013 e che ora avranno l'extragettito compensato solamente per il 50%, circostanza che li indurrebbe a fare pagare l'Imu ai proprietari di prima casa con una cifra che si aggirerebbe attorno alla media di 45 euro. Il governo, infatti, con il decreto, e' riuscito a reperire circa 2 miliardi e 150 milioni per coprire il mancato gettito dell'Imu, ma dal conto e' esclusa la quota che sarebbe andata ai Comuni, frutto dell'aumento delle aliquote deciso precedentemente da alcune amministrazioni comunali, tra le quali troviamo anche grandi citta' come Milano, Bologna, Napoli. L'Anci, l'associazione dei Comuni italiani, chiede un incontro immediato con il presidente del Consiglio, Enrico Letta, per trovare una soluzione al problema, minacciando anche, come nel caso del primo cittadino di Milano, Giuliano Pisapia, il rischio dello scontro istituzionale. Il dubbio e' che ci sia stata la volonta' da parte del governo di mandare un segnale alle amministrazioni comunali circa la gestione delle entrate e delle spese. Il sottosegretario all'Economia, Pierpaolo Baretta, nega tale intenzione da parte dell'esecutivo, il quale, assicura, fara' tutto il possibile affinche' sia scongiurato il rischio che i proprietari di prima casa appartenenti ai Comuni che hanno innalzato le aliquote paghino la tassa tra l'1 e il 2 per mille. La ritardata pubblicazione del decreto potrebbe quindi essere utile non solamente ai fini del perfezionamento del testo, ma anche al tentativo di trovare le risorse richieste dall'Anci, anche se non e' escluso che una soluzione possa eventualmente essere trovata con la legge di stabilita' in seconda lettura alla Camera. Legge che contiene, tra le tante norme, anche la nuova service tax, la Iuc, e anch'essa ha gia' fatto storcere il naso ai primi cittadini di Italia. In questo caso, pero', l'intento 'educativo' nei confronti delle amministrazioni comunali era stato palesato dal relatore della manovra in Senato del Pdl, Antonio D'Ali', il quale, nei giorni scorsi, aveva chiaramente fatto capire che e' venuta l'ora in cui anche i Comuni devono spendere meno e meglio. La vocazione federalista della nuova tassa sugli immobili ha comunque lo scopo di attribuire agli amministratori locali responsabilita' delle quali dovranno poi rendere conto ai cittadini-elettori.

Rimane poi anche un altro fronte aperto, quello delle banche. Saranno infatti gli istituti di credito, attraverso l'innalzamento degli acconti per il 2013 e l'aumento dell'Ires al 36% solamente per questo anno, a mettere le risorse per la copertura della seconda rata dell'Imu. Il presidente del'Abi, Antonio Patuelli, ha detto di volere attendere il testo del decreto sull'abolizione dell'Imu sulla prima casa, ma ha fatto presente che la pressione fiscale sulle banche ''e' appesantito in termini cronici e gravi''. I toni rimangono pero' pacati, valutato che in cambio del suddetto appesantimento della pressione fiscale, le banche hanno avuto i vantaggi derivanti dalla rivalutazione delle quote di Bankitalia, che permetteranno loro di affrontare le capitalizzazione richiesta da Basilea 3 con maggiore serenita'.

sgr/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni