lunedì 05 dicembre | 18:00
pubblicato il 25/lug/2013 15:17

Imu: Brunetta, Fassina persevera nel confondere le carte

(ASCA) - Roma, 25 lug - ''Il viceministro Stefano Fassina insiste, per l'ennesima volta, con la sua tesi sbagliata sull'Imu e dichiara che: ''si puo' cancellare l'aumento dell'Iva lasciando l'Imu sul 15% degli immobili di maggior valore perche' cosi' si recupera un gettito di due miliardi di euro'. La bugia di Fassina la abbiamo gia' ascoltata e contestata troppe volte e non meriterebbe risposta, ma non si puo' lasciar crescere di nuovo confusione e incertezza nelle famiglie e nell'economia''. Lo afferma Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl.

''Il calcolo di Fassina e' semplice - spiega Brunetta - e si basa sui dati dei versamenti Imu 2012 del Ministero dell'Economia. A superare la soglia dei 400 euro di versamento per la prima casa sono il 14,86% dei contribuenti.

Il valore versato da queste famiglie e' pari al 46,32% dei quattro miliardi complessivi di Imu per l'abitazione principale. Ma ricordo a Fassina che l'entita' dell'importo versato per l'Imu non ha nulla a che vedere con il valore reale della casa poiche' dipende dal valore catastale. Tre miliardi e mezzo di euro, dei quattro complessivi del gettito Imu, sono versati da contribuenti con un reddito lordo inferiore a 55.000 euro. Pagare molto per una prima casa non vuol dire essere ricchi ma solo subire una tassazione ingiusta''.

''Lo dice lo stesso Ministero di Fassina quando scrive che le attuali rendite producono una diffusa iniquita', che con l'Imu e' aumentata, e che una valutazione catastale iniqua trasferisce i suoi effetti anche sull'accesso alle prestazioni sociali aumentando la disuguaglianza. La nostra battaglia per l'eliminazione dell'Imu e' una battaglia di giustizia e di equita', senza una seria riforma complessiva della tassazione immobiliare qualsiasi modifica all'impianto attuale non puo' che diminuire la credibilita' della politica e del governo. Non ce lo possiamo permettere, per questo invito Fassina a rimboccarsi le maniche a disertare qualche convegno e a presentare una proposta su cui, seriamente, confrontarci'', conclude Brunetta.

com-ceg/lus/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari