mercoledì 07 dicembre | 19:32
pubblicato il 12/ago/2013 10:18

Imu: Brunetta, dov'e' cabina regia? Saccomanni la convochi (Corsera)

Imu: Brunetta, dov'e' cabina regia? Saccomanni la convochi (Corsera)

(ASCA) - Roma, 12 ago - Il ministro Saccomanni ''anziche' fare proposte e dossier dovrebbe semplicemente convocare la cabina di regia appositamente creata e discutere con i partiti della maggioranza. Ma questo non e' mai stato fatto''. Lo sostiene il capogruppo alla Camera del Pdl, Renato Brunetta, parlando della riforma dell'Imu in un'intervista al Corriere della Sera. ''Noi del Pdl abbiamo sempre ribadito con grande lealta' il nostro sostegno al governo Letta, anzi io mi auguro che sia di legislatura, altrimenti non si spiegherebbe la presidenza italiana dell'Europa dal luglio prossimo, e proprio per questo deve governare mantenendo gli impegni programmatici finora in gran parte mantenuti'', aggiunge Brunetta, per il quale ''e' chiaro che dalle parole di Letta sulla fiducia e da sue successive dichiarazioni, l'Imu sulla prima casa non si paghera' piu' e che ci sara' la riforma complessiva delle imposte sugli immobili''. ''L'Imu - sottolinea l'ex ministro - e' una imposta reale che si paga sulle cose non sui redditi di chi possiede le cose. E' come se uno andasse a comprarsi la benzina col 740 in tasca. Non e' possibile! La benzina la pagano uguale i ricchi e i poveri''.

''In nessuna altra parte del mondo - continua Brunetta - i proprietari della prima casa rappresentano l'8o% delle famiglie. Questo significa che in Italia la casa e' un bene a carattere particolare che rappresenta anche il risparmio delle famiglie. E poi al momento dell'acquisto uno paga gia' le tasse sull'immobile, non si capisce perche' deve continuare a farlo. Altra cosa e' pagare i servizi, legati alla disponibilita' del bene, se non abiti non paghi''.

Il capogruppo del Pdl commenta inoltre le affermazioni del ministro dell'Economia, secondo il quale l'abolizione dell'Imu e' regressiva e favorirebbe i ricchi: ''Questa obiezione non sta in piedi perche' l'Imu e' una imposta reale sui beni non sui redditi. E poi ricordiamo che gli estimi catastali soprattutto dei centri storici non sono veritieri mentre quelli delle periferie sono piu' aggiornati. Se si mettono le soglie di esenzione, come chiede il Pd fino a 500 euro, si rischia di introdurre una selezione al contrario.

Cioe' di favorire i ricchi che abitano in centro e pagano poca Imu. Ecco perche' l'Imu va tolta per tutti''.

''Non ci devono essere 3,5,9 proposte. E che siamo a Lascia o Raddoppia con una busta da scegliere? Ma che siamo matti? Ce ne deve essere una sola sulla base degli impegni di programma con la propria coalizione di governo. E mi auguro che il governo non arrivi con una proposta prendere o lasciare il giorno prima del 31 agosto. Ripeto che in tre mesi di governo in cabina di regia non si e' mai parlato di riforma degli immobili. Io sono pronto a lavorare, basta che Saccomanni mi annunci lo schema del provvedimento e io arrivo con il mio staff per discutere riga per riga il testo del governo'', conclude Brunetta.

Com/sgr/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni