martedì 17 gennaio | 20:22
pubblicato il 13/ago/2013 15:32

Imu: Boccia, basta propaganda. Servono service tax ed equita'

Imu: Boccia, basta propaganda. Servono service tax ed equita'

(ASCA) - Roma, 13 ago - ''Io chiedo a Capezzone di non iscriversi anche lui al partito della propaganda. Se siamo d'accordo - e Capezzone lo e' - nel dire che l'Imu non esistera' piu', che senso ha parlarne ancora?''. Lo ha affermato il presidente della Comnmissione Bilancio ed esponente del Pd, Francesco Boccia, intervistato da Radio Radicale sull'Imu e sulle dichiarazioni del Presidente della Commissione Finanze, Capezzone, che ieri aveva parlato dell'extragettito tributario che consentirebbe la cancellazione dell'Imu.

''In tutto il mondo, tutti i bilanci pubblici hanno questo cespite di entrata, che in Italia va ristrutturata, adeguata ai tempi, ma non e' ipotizzabile una cancellazione delle entrate fiscale correlata alla casa. Solo in Italia poteva avvenire una discussione cosi' surreale''.

''Insomma, io penso che se uno vive in un quartiere di pregio, in una casa di duecento metri, ed ha altre case, anche se quella e' la prima casa, e' giusto che dia un contributo alla fiscalita' locale'', ha aggiunto Boccia.

''L'Imu sparira', e secondo me dovra' essere sostituita da una service tax. E penso che se ha a cuore il futuro del Paese sara' il primo ad esserne contento''.

''Poi - ha proseguito il deputato Pd - discutiamo su chi deve dare un contributo maggiore, ma continuare a dire che non paga nessuno mi sembra sterile, anche perche' sembra voler avvantaggiare solo qualche milionario. Io sarei per un mondo in cui le tasse fossero portate a zero. Ma visto che ognuno di noi da quando si sveglia chiede un servizio, cose che vengono fatte dallo Stato e che non paghiamo, dalla sanita' alla sicurezza, ai vetri degli edifici pubblici, dobbiamo fare in modo che questi servizi siano pagati con equita'''.

''Io penso che la grande maggioranza degli italiani, che ha solo una casa, non debba pagare le tasse. Come pure non penso che una famiglia che vive in un quartiere periferico, con due persone disoccupate, debba pagare quanto paga una famiglia che vive in un quartiere centrale con servizi migliori'', ha concluso Boccia.

com-brm/lus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa