mercoledì 18 gennaio | 13:27
pubblicato il 09/ago/2013 14:25

Imu: Berlusconi, non si deve pagare su prima casa, e' battaglia liberta'

Imu: Berlusconi, non si deve pagare su prima casa, e' battaglia liberta'

(ASCA) - Roma, 9 ago - ''La nostra battaglia sull'Imu e' una battaglia di liberta'. L'80% delle famiglie italiane sono proprietarie della casa in cui abitano e sulla casa fondano la certezza del loro futuro. Gia' nel 2008 il nostro governo cancello' l'Ici e l'impegno che abbiamo preso nell'ultima campagna elettorale, quello stesso impegno che e' alla base dell'accordo che ha portato alla formazione del governo di larghe intese, e' chiaro: l'Imu sulla prima casa e sui terreni e fabbricati funzionali alle attivita' agricole non si deve piu' pagare. Dal 2013 e per tutti gli anni a venire''. Lo afferma il leader del Pdl Silvio Berlusconi in una nota.

''Non solo per motivi di liberta', ma anche e soprattutto per ragioni economiche piu' che fondate. Infatti secondo il rapporto immobiliare 2013 dell'Associazione Bancaria Italiana e dell'Agenzia delle Entrate, il mercato delle compravendite di immobili in Italia e' letteralmente crollato nel 2012, facendo registrare il peggior risultato dal 1985. Nello stesso 2012 - continua Berlusconi - si e' avuto un calo record anche nel valore degli immobili, il secondo maggior calo dal 1980. Per gli 'scettici dell'Imu' sottolineiamo che nel 2011 gli occupati nel settore delle costruzioni erano 1.847.000, crollati a 1.694.000 a fine 2012, per effetto dell'introduzione dell'Imu da parte del governo Monti. Si sono persi 150.000 posti di lavoro solo nel settore delle costruzioni, senza considerare l'indotto''.

''Quanto e' avvenuto, di negativo, nel 2012 ci porta a sostenere, a contrariis, che nel 2013 l'eliminazione dell'Imu consentira' di rilanciare il settore immobiliare. La ragione e' semplice: gli investimenti in edilizia hanno il piu' alto coefficiente di rilancio sull'economia. Stimolando l'edilizia si cambia il corso della politica economica, innescando un circolo virtuoso di crescita. Liberare adesso 4 miliardi, attraverso l'eliminazione dell'Imu sulla prima casa, permette di aumentare il reddito disponibile delle famiglie che quindi, in un clima di rinnovata fiducia, saranno portate a spendere di piu', piuttosto che a risparmiare come avviene quando si ha incertezza o paura del futuro'', conclude Berlusconi.

com-ceg/lus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Pd
Renzi a Napoli e Scampia: lontano da flash, vicino a difficoltà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa