lunedì 05 dicembre | 19:38
pubblicato il 16/gen/2014 17:38

Imu-Bankitalia: Capezzone a Saccomanni, sopprimere parte su Palazzo Koch

Imu-Bankitalia: Capezzone a Saccomanni, sopprimere parte su Palazzo Koch

(ASCA) - Roma, 16 gen 2014 - ''Nel corso dell'audizione di oggi in commissione Finanze del Ministro Saccomanni sul decreto Bankitalia-Imu, Daniele Capezzone (Forza Italia), Presidente della Commissione, ha duramente contrastato l'operato del Governo sul tema Bankitalia, oltre che sulla questione Imu-Tasi''. E' quanto si legge in una nota dello stesso Capezzone, nella quale viene riportata una sintesi delle parole del deputato di Forza Italia. ''Esprimo fortissima contrarieta' rispetto allo strumento del decreto-legge. Dove sono la necessita', l'urgenza, la straordinarieta'? Perche' privare il Parlamento e il Paese di una discussione ampia e adeguata? Esiste il rischio fortissimo (inutile negarlo) che presto sia la stessa Banca d'Italia a finire per ricomprare le sue stesse azioni.

Piccolo dettaglio: oggi il prezzo e' 156mila euro; domani, invece, quanti miliardi saranno? Questa differenza (se si preferisce, questo 'spread') sara' la misura dell'indignazione dei cittadini e dell'opinione pubblica. Per questo, chiediamo di sopprimere tutta la parte su Bankitalia e rinviare tutto a una discussione piu' ampia con un disegno di legge''.

''Quanto all'Imu - ha proseguito Capezzone - il Governo aveva promesso la cancellazione totale della tassazione sull'abitazione principale. Dati alla mano, invece, il Governo non e' riuscito ad eliminare totalmente l'Imu sull'abitazione per il 2013 (come evidenziato dal decreto che stiamo discutendo in questi giorni in Commissione) ed e' difficile accettare la filosofia di pensiero secondo la quale, per cio' che riguarda i residui per il 2013, ''si tratti di importi modesti'', visto che in un periodo di crisi anche gli importi modesti pesano sulle famiglie e sui contribuenti in generale''. Quindi ha concluso: ''Il Governo, attraverso la Tasi, ha reintrodotto la tassa sulla prima casa nel 2014 sulla quale c'e' ancora grande confusione (si attendono nuove misure) e per il 2015 ha addirittura peggiorato, e di molto, la tassazione sull'abitazione principale visto che l'aliquota massima sale al 6 per mille. E' una vera e propria patrimoniale contro gli italiani''.

com-sgr/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari