lunedì 27 febbraio | 15:39
pubblicato il 16/gen/2014 17:38

Imu-Bankitalia: Capezzone a Saccomanni, sopprimere parte su Palazzo Koch

Imu-Bankitalia: Capezzone a Saccomanni, sopprimere parte su Palazzo Koch

(ASCA) - Roma, 16 gen 2014 - ''Nel corso dell'audizione di oggi in commissione Finanze del Ministro Saccomanni sul decreto Bankitalia-Imu, Daniele Capezzone (Forza Italia), Presidente della Commissione, ha duramente contrastato l'operato del Governo sul tema Bankitalia, oltre che sulla questione Imu-Tasi''. E' quanto si legge in una nota dello stesso Capezzone, nella quale viene riportata una sintesi delle parole del deputato di Forza Italia. ''Esprimo fortissima contrarieta' rispetto allo strumento del decreto-legge. Dove sono la necessita', l'urgenza, la straordinarieta'? Perche' privare il Parlamento e il Paese di una discussione ampia e adeguata? Esiste il rischio fortissimo (inutile negarlo) che presto sia la stessa Banca d'Italia a finire per ricomprare le sue stesse azioni.

Piccolo dettaglio: oggi il prezzo e' 156mila euro; domani, invece, quanti miliardi saranno? Questa differenza (se si preferisce, questo 'spread') sara' la misura dell'indignazione dei cittadini e dell'opinione pubblica. Per questo, chiediamo di sopprimere tutta la parte su Bankitalia e rinviare tutto a una discussione piu' ampia con un disegno di legge''.

''Quanto all'Imu - ha proseguito Capezzone - il Governo aveva promesso la cancellazione totale della tassazione sull'abitazione principale. Dati alla mano, invece, il Governo non e' riuscito ad eliminare totalmente l'Imu sull'abitazione per il 2013 (come evidenziato dal decreto che stiamo discutendo in questi giorni in Commissione) ed e' difficile accettare la filosofia di pensiero secondo la quale, per cio' che riguarda i residui per il 2013, ''si tratti di importi modesti'', visto che in un periodo di crisi anche gli importi modesti pesano sulle famiglie e sui contribuenti in generale''. Quindi ha concluso: ''Il Governo, attraverso la Tasi, ha reintrodotto la tassa sulla prima casa nel 2014 sulla quale c'e' ancora grande confusione (si attendono nuove misure) e per il 2015 ha addirittura peggiorato, e di molto, la tassazione sull'abitazione principale visto che l'aliquota massima sale al 6 per mille. E' una vera e propria patrimoniale contro gli italiani''.

com-sgr/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Vitalizi
M5s: pensioni parlamentari come cittadini, basta ok a delibera
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech