domenica 04 dicembre | 01:42
pubblicato il 29/gen/2014 11:22

Imu-Bankitalia: ancora ostruzionismo M5S su Dl

(ASCA) - Roma, 29 gen 2014 - Prosegue l'ostruzionismo del Movimento 5 Stelle in Aula alla Camera dove il decreto Imu-Bankitalia deve essere sottoposto al voto finale, pena il suo decadimento che comporterebbe il pagamento della seconda rata Imu del 2013 per tutti i possessori di prima casa. La gran parte dei deputati del Movimento sono intervenuti sul verbale di seduta per ritardare la ripresa dell'esame del testo e, di conseguenza, il voto degli ordini del giorno e quello finale. Il M5S aveva richiesto con forza, tanto in commissione quanto in Aula, che gli articoli inerenti la rivalutazione delle quote di Bankitalia venisse stralciata in quanto ''regalo'' alle banche e ''svendita'' ai privati della banca centrale italiana. Non avendo raggiunto l'obiettivo, i deputati grillini hanno iniziato l'opera di ostruzionismo, cosi' che il decreto, che avrebbe dovuto essere licenziato definitivamente ieri, a poco piu' di 12 ore dalla sua decadenza e' ancora in attesa del via libera. sgr/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari