domenica 26 febbraio | 09:17
pubblicato il 28/ago/2013 15:13

Imu: al Cdm soluzione per il 2013 e Cig in deroga. Nodi service tax e coperture

Imu: al Cdm soluzione per il 2013 e Cig in deroga. Nodi service tax e coperture

(ASCA) - Roma, 28 ago - Un decreto con le norme sull'Imu per il pagamento della prima e seconda rata e il rifinanziamento della Cassa integrazione in deroga nella misura di circa 500 milioni di euro: e' il provvedimento sul tavolo del Consiglio dei ministri di questo pomeriggio. Governo e maggioranza avrebbero deciso di approvare anche il finanziamento per gli ammortizzatori sociali, in un'ottica che sembrerebbe squisitamente politica, fare segnare un punto al Pdl con le nuove norme sull'Imu e uno al Pd con la Cig in deroga. Il nodo Imu sara' quindi sciolto per il 2013, con l'abolizione definitiva della prima rata, mentre per la seconda rata il Pd, con il senatore Nicola Latorre, parla di rimodulazione con una lunga serie di esenzioni, mentre dal Pdl il capogruppo alla Camera, Renato Brunetta, sostiene che l'accordo raggiunto comprenda l'eliminazione totale. Per la riforma della tassazione degli immobili e l'eventuale introduzione di una 'service tax' per il 2014, secondo quanto si apprende, si potrebbero attendere i prossimi mesi e potrebbe essere approvata con la legge di stabilita', ma ancora Brunetta sostiene invece che nel decreto che il Cdm dovra' approvare saranno comprese anche le norme per la futura tassa omnicomprensiva. Nei ministeri competenti non sono ancora cessati i lavori per reperire le necessarie coperture. Una quota delle risorse per la rimodulazione, sembra quasi certo, arrivera' da una sanatoria per chiudere i contenziosi con i possessori di slot machine, ma si parla anche di un generico aumento della tassazione per il settore giochi. A contribuire anche le entrate provenienti dall'aumento del gettito Iva dovuto a ulteriori pagamenti dei debiti della Pubblica Amministrazione nei confronti degli imprenditori. Uno dei principali tentativi in corso in questo ore e' quello di scongiurare l'aumento delle accise sui carburanti, i cui prezzi stanno gia' subendo l'effetto della nuova crisi mediorientale, ma ancora non si puo' dare per escluso il rincaro. sgr/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech