martedì 24 gennaio | 00:05
pubblicato il 28/ago/2013 15:13

Imu: al Cdm soluzione per il 2013 e Cig in deroga. Nodi service tax e coperture

Imu: al Cdm soluzione per il 2013 e Cig in deroga. Nodi service tax e coperture

(ASCA) - Roma, 28 ago - Un decreto con le norme sull'Imu per il pagamento della prima e seconda rata e il rifinanziamento della Cassa integrazione in deroga nella misura di circa 500 milioni di euro: e' il provvedimento sul tavolo del Consiglio dei ministri di questo pomeriggio. Governo e maggioranza avrebbero deciso di approvare anche il finanziamento per gli ammortizzatori sociali, in un'ottica che sembrerebbe squisitamente politica, fare segnare un punto al Pdl con le nuove norme sull'Imu e uno al Pd con la Cig in deroga. Il nodo Imu sara' quindi sciolto per il 2013, con l'abolizione definitiva della prima rata, mentre per la seconda rata il Pd, con il senatore Nicola Latorre, parla di rimodulazione con una lunga serie di esenzioni, mentre dal Pdl il capogruppo alla Camera, Renato Brunetta, sostiene che l'accordo raggiunto comprenda l'eliminazione totale. Per la riforma della tassazione degli immobili e l'eventuale introduzione di una 'service tax' per il 2014, secondo quanto si apprende, si potrebbero attendere i prossimi mesi e potrebbe essere approvata con la legge di stabilita', ma ancora Brunetta sostiene invece che nel decreto che il Cdm dovra' approvare saranno comprese anche le norme per la futura tassa omnicomprensiva. Nei ministeri competenti non sono ancora cessati i lavori per reperire le necessarie coperture. Una quota delle risorse per la rimodulazione, sembra quasi certo, arrivera' da una sanatoria per chiudere i contenziosi con i possessori di slot machine, ma si parla anche di un generico aumento della tassazione per il settore giochi. A contribuire anche le entrate provenienti dall'aumento del gettito Iva dovuto a ulteriori pagamenti dei debiti della Pubblica Amministrazione nei confronti degli imprenditori. Uno dei principali tentativi in corso in questo ore e' quello di scongiurare l'aumento delle accise sui carburanti, i cui prezzi stanno gia' subendo l'effetto della nuova crisi mediorientale, ma ancora non si puo' dare per escluso il rincaro. sgr/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4