martedì 06 dicembre | 02:36
pubblicato il 28/mar/2011 08:01

Immigrati/Napolitano: ricordare che Italia fu Paese di emigrati

Ci sono state scosse sociali, bisogna governarle

Immigrati/Napolitano: ricordare che Italia fu Paese di emigrati

New York, 28 mar. (askanews) - "La ricerca talvolta disperata di lavoro e di vita decente che fecero tantissimi (italiani), spinge oggi altri a venire in Italia. Nel frattempo è cambiato il contesto mondiale. Oggi c'è un incrocio fra l'Italia e l'Africa che prima non c'era stato: noi siamo fra i paesi europei ultimi arrivati come paese di immigrazione essendo stati in passato il numero uno come paese di emigrazione". Lo ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, a margine dell'inaugurazione di Industria Gallery a New York, sottolineando che l'importante è che non si dimentichi che l'Italia è stata un Paese di emigrati. Il capo dello Stato, rispondendo a chi gli chiedeva quali fossero gli elementi in comune tra l'emigrazione storica e quella odierna, ha sottolineato che "il modo di considerare chi arriva non può prescindere da una esperienza dolorosa che abbiamo fatto", ma qualcosa è migliorato perché "adesso ci sono dei meccanismi di accoglienza soprattutto in sede europea che una volta non c'erano". Gli italiani, secondo il presidente, non stanno dimendicando quello che sono stati: "ci sono ogni tanto delle posizioni, delle reazioni un po' sbrigative a livello di opinione pubblica" e, dal momento che negli ultimi vent'anni si è passati da una presenza minima di immigrati al 7 per cento della popolazione, "delle scosse dal punto di vista sociale e psicologico ci sono state, bisogna governarle". Napolitano, che vanta con gli Stati Uniti un rapporto di lunga data, ha aggiunto "Non risale a 150 anni fa. Ma esattamente al 1978, a 33 anni fa", ha scherzato, e si è soffermato su quanto sono cambiati gli italoamericani negli ultimi venti-trenta anni, rivolgendo loro un messaggio: "è molto importante che coltivi la diffusione della lingua italiana anche chi l'ha ricevuta in eredità dai propri genitori".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari