lunedì 27 febbraio | 05:49
pubblicato il 28/mar/2011 08:01

Immigrati/Napolitano: ricordare che Italia fu Paese di emigrati

Ci sono state scosse sociali, bisogna governarle

Immigrati/Napolitano: ricordare che Italia fu Paese di emigrati

New York, 28 mar. (askanews) - "La ricerca talvolta disperata di lavoro e di vita decente che fecero tantissimi (italiani), spinge oggi altri a venire in Italia. Nel frattempo è cambiato il contesto mondiale. Oggi c'è un incrocio fra l'Italia e l'Africa che prima non c'era stato: noi siamo fra i paesi europei ultimi arrivati come paese di immigrazione essendo stati in passato il numero uno come paese di emigrazione". Lo ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, a margine dell'inaugurazione di Industria Gallery a New York, sottolineando che l'importante è che non si dimentichi che l'Italia è stata un Paese di emigrati. Il capo dello Stato, rispondendo a chi gli chiedeva quali fossero gli elementi in comune tra l'emigrazione storica e quella odierna, ha sottolineato che "il modo di considerare chi arriva non può prescindere da una esperienza dolorosa che abbiamo fatto", ma qualcosa è migliorato perché "adesso ci sono dei meccanismi di accoglienza soprattutto in sede europea che una volta non c'erano". Gli italiani, secondo il presidente, non stanno dimendicando quello che sono stati: "ci sono ogni tanto delle posizioni, delle reazioni un po' sbrigative a livello di opinione pubblica" e, dal momento che negli ultimi vent'anni si è passati da una presenza minima di immigrati al 7 per cento della popolazione, "delle scosse dal punto di vista sociale e psicologico ci sono state, bisogna governarle". Napolitano, che vanta con gli Stati Uniti un rapporto di lunga data, ha aggiunto "Non risale a 150 anni fa. Ma esattamente al 1978, a 33 anni fa", ha scherzato, e si è soffermato su quanto sono cambiati gli italoamericani negli ultimi venti-trenta anni, rivolgendo loro un messaggio: "è molto importante che coltivi la diffusione della lingua italiana anche chi l'ha ricevuta in eredità dai propri genitori".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech