venerdì 24 febbraio | 19:21
pubblicato il 07/giu/2013 14:39

Immigrati: Zaia a Giovani Confindustria, prima lavoro a italiani

(ASCA) - Treviso, 7 giu - ''Che un paese diseguale sia anche inefficiente non ci piove. Ma che uno come me, che in Veneto ha 170mila disoccupati, possa accettare, in questo momento storico, che qualcuno dica che prima vengono quelli del resto del mondo e poi i veneti no, mi dispace ma dissento''. Cosi' Luca Zaia, presidente della Regione veneto replica a quando dichiarato da Jacopo Morelli, presidente dei Giovani di Confindustria, oggi a Santa Margherita Ligure, sul bisogno di immigrati da parte delle imprese.

''La vera legge da fare in Italia - ha proseguito - e' che prima si dia lavoro ai cittadini italiani, bianchi, rossi o arancioni che siano, poi lo si da' a chi viene da fuori e decide di fare un progetto di vita in Italia, ma solo dopo.

Che siano senegalesi o statunitensi per me non cambia nulla - ha concluso Zaia - prima i veneti e poi il resto del mondo''.

fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech