sabato 10 dicembre | 19:35
pubblicato il 07/giu/2013 14:39

Immigrati: Zaia a Giovani Confindustria, prima lavoro a italiani

(ASCA) - Treviso, 7 giu - ''Che un paese diseguale sia anche inefficiente non ci piove. Ma che uno come me, che in Veneto ha 170mila disoccupati, possa accettare, in questo momento storico, che qualcuno dica che prima vengono quelli del resto del mondo e poi i veneti no, mi dispace ma dissento''. Cosi' Luca Zaia, presidente della Regione veneto replica a quando dichiarato da Jacopo Morelli, presidente dei Giovani di Confindustria, oggi a Santa Margherita Ligure, sul bisogno di immigrati da parte delle imprese.

''La vera legge da fare in Italia - ha proseguito - e' che prima si dia lavoro ai cittadini italiani, bianchi, rossi o arancioni che siano, poi lo si da' a chi viene da fuori e decide di fare un progetto di vita in Italia, ma solo dopo.

Che siano senegalesi o statunitensi per me non cambia nulla - ha concluso Zaia - prima i veneti e poi il resto del mondo''.

fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina