mercoledì 22 febbraio | 17:20
pubblicato il 16/lug/2014 19:35

Immigrati: Squeri (Fi), ronde grido d'allarme da ascoltare

(ASCA) - Milano 16 lug 2014 - ''Le ronde di cittadini non possono essere la soluzione al problema immigrazione e sicurezza, ma sono un grido d'allarme che le istituzioni, Comune di Milano in primis, devono ascoltare e rispettare''.

Lo dichiara Luca Squeri, deputato e coordinatore provinciale di Forza Italia.

''Oggi altri mille arrivi a Catania. Tra pochi giorni, e in maniera del tutto incontrollata, larga parte di loro finiranno a Milano: in stazione Centrale, ai Giardini pubblici, lungo i marciapiedi. Di fronte a questa situazione e' grave che l'amministrazione comunale ignori o, peggio, tratti con sufficienza la volonta' dei milanesi di far fronte a soli al degrado e all'insicurezza - prosegue Squeri -. La situazione di alcuni quartieri e'' inaccettabile per Milano, ma anche per chi arriva qui e si trova a dormire per strada.

Triste vedere che il Comune sa solo scaricare il barile a giorni alterni sulla Regione e sul governo o prendersela coi cittadini se reagiscono''.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
De Caro, alta velocità Brescia-Verona a marzo ok da Cipe