domenica 26 febbraio | 09:57
pubblicato il 10/giu/2014 19:38

Immigrati: Sacconi, cambiare Mare Nostrum

Immigrati: Sacconi, cambiare Mare Nostrum

(ASCA) - Roma, 10 giu 2014 - ''Il ministro dell'interno Alfano segnala giustamente come l'Italia sia prossima ad esaurire la propria capacita' di accoglienza in assenza di un filtro dei flussi migratori che si collochi a monte del loro ingresso nel nostro Paese. L'intera Unione Europea deve approntare un corridoio umanitario che consenta di intervenire in Libia, Paese che ha perso ogni dimensione istituzionale trasformandosi in una spiaggia libera. Le stesse attivita' di mare devono rivelarsi capaci di prevenire il pericolo per le persone agendo in prossimita' delle coste di partenza, presso le quali gli stessi mezzi di trasporto devono poter essere resi inagibili. Lo straordinario fenomeno migratorio che si e' prodotto richiede, insomma, un'unita della Nazione ed impegno solidale dell'Unione europea''. Lo ha dichiarato il presidente del gruppo del Nuovo CentroDestra al Senato, Maurizio Sacconi. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech