venerdì 24 febbraio | 20:41
pubblicato il 01/dic/2011 14:27

Immigrati/ Riccardi: Su cittadinanza si gioca unità nazionale

Non mi meraviglia che Napolitano abbia sottolineato la questione

Immigrati/ Riccardi: Su cittadinanza si gioca unità nazionale

Roma, 1 dic. (askanews) - "Non mi ha meravigliato che un presidente della Repubblica che ha riproposto con forza l'identità e l'unità nazionale sia lo stesso che ci fa riflettere sul problema della cittadinanza dei bambini figli di stranieri che anche questo è un tema su cui si giocano l'identità e l'unità nazionale". Lo ha detto il ministro per la Cooperazione internazionale, Andrea Riccardi, intervenendo alla presentazione del libro di Giorgio Napolitano sull'unità nazionale. "La questione migratoria rappresenta nel Ventunesimo secolo qualcosa di analoga importanza ai confini nazionali nei secoli precedenti - ha continuato Riccardi - sarebbe opportuno un dibattito pacato. L'unità si deve sempre completare nell'allargamento della nazione, non territoriale ma a nuovi gruppi umani".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech