martedì 17 gennaio | 14:46
pubblicato il 28/giu/2013 14:12

Immigrati: plauso a Kyenge per semplificazioni nel 'decreto del fare'

Immigrati: plauso a Kyenge per semplificazioni nel 'decreto del fare'

(ASCA) - Roma, 28 giu - L'Associazione nazionale dei comuni italiani (Anci), Save the Children, e la Rete giovani generazioni-G2 esprimono in una nota ''apprezzamento per l'iniziativa portata avanti dalla Ministra Kyenge'' circa le novita' contenute nell'art. 33 del d.l. 69 (c.d. 'decreto del fare') in merito alla semplificazione del procedimento per l'acquisto della cittadinanza per lo straniero nato in Italia.

''Si tratta di un provvedimento - scrive Giacomo Bazzoni, presidente della commissione Affari sociali e welfare dell'Anci - che, a costo zero, permette con semplicita' e intelligenza di risolvere le tante difficolta' di ordine burocratico che fino ad oggi hanno ostacolato il percorso previsto dalla legge 91 del 1992, complicando inutilmente e iniquamente la vita a tanti ragazzi che hanno deciso di fare dell'Italia la loro nuova Patria''. '''Inoltre - sottolinea Bazzoni - la previsione nella nuova norma dell'obbligo, da parte degli Ufficiali di Stato civile di informare tempestivamente i ragazzi del loro diritto manifesta una particolare sensibilita' della Ministra verso gli aspetti piu' concreti della tematica. La scelta e' infatti una sostanziale istituzionalizzazione dei contenuti della Campagna ''18 anni ... in Comune', portata avanti a partire dal 2011 da Anci insieme a Save the Children e Rete G2, i cui esiti ci hanno confermato che quello dell'informazione tempestiva e corretta e' un nodo cruciale''. Citando '''l'ennesimo caso di discriminazione'' della bambina di orgine tunisine esclusa per questo dalle gare di nuoto, anche Raffaela Milano, direttore dei programmi Italia-Europa di Save the Children, ha espresso ''grande apprezzamento per le norme contenute nel ''decreto del fare' che portano a sistema l'iniziativa di sensibilizzazione e informazione gia' avviata volontariamente da tanti Comuni nell'ambito della Campagna promossa da ANCI, Rete G2 e Save the Children''.

Positivo anche il parere di Mohamed Tailmoun, portavoce della Rete G2 per il quale ''l'auspicio e' quello di arrivare presto ad una vera riforma della legge, che dia cittadinanza a tutte quelle seconde generazioni che restano ancora in attesa''.

com-stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Conti pubblici
Ue vuole manovra bis Italia, Gentiloni mercoledì da Merkel
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Vola il mercato dell'auto nel 2016, crescita a due cifre per Fca
Enogastronomia
In Cina il liquore invecchia nelle canne di bambù
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda Milano, guardaroba Trussardi per l'uomo s'ispira ai tarocchi
Scienza e Innovazione
Spazio, quando Cernan disse: un sognatore tornerà sulla Luna
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa