lunedì 20 febbraio | 03:08
pubblicato il 24/set/2013 12:00

Immigrati/ Papa: "Nazioni creino lavoro per ridurre migrazioni"

"Non sia unica opzione per chi cerca pace, giustizia, sicurezza"

Immigrati/ Papa: "Nazioni creino lavoro per ridurre migrazioni"

Città del Vaticano, 24 set. (askanews) - Secondo papa Francesco, per ridurre il fenomeno mondiale della migrazioni occorre maggiore cooperazione internazionale ma anche un miglioramento delle condizioni economiche e sociali in ciascuna nazione. E' importante sottolineare, ha scritto nel suo messaggio per la Giornata mondiale dei migranti e dei rifugiati, in programma il 19 gennaio del 2014, "come questa collaborazione inizi già con lo sforzo che ogni Paese dovrebbe fare per creare migliori condizioni economiche e sociali in patria, di modo che l'emigrazione non sia l'unica opzione per chi cerca pace, giustizia, sicurezza e pieno rispetto della dignità umana". Secondo papa Bergoglio "creare opportunità di lavoro nelle economie locali, eviterà inoltre la separazione delle famiglie e garantirà condizioni di stabilità e di serenità ai singoli e alle collettività".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia