venerdì 09 dicembre | 05:02
pubblicato il 16/mag/2012 12:31

Immigrati/ Napolitano: Efficace cooperazione tra Italia e Tunisia

Orgogliosi di italiani rimasti lì anche nei momenti difficili

Immigrati/ Napolitano: Efficace cooperazione tra Italia e Tunisia

Roma, 16 mag. (askanews) - "Da tempo cooperiamo efficacemente in materia di immigrazione clandestina, e abbiamo continuato a farlo anche in periodi obbiettivamente difficili". Così il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al settimanale tunisino 'Réalités' ha risposto a proposito del problema dell'immigrazione clandestina. "Il dialogo tra le autorità dei due Paesi abbraccia non soltanto la prevenzione dei flussi clandestini, ma anche l'integrazione degli immigrati regolari nella società italiana. Negli ultimi decenni, il patrimonio umano - e l'apporto economico - derivante dall'inserimento di immigrati dalla Tunisia e da altri Paesi mediterranei ha arricchito il nostro tessuto sociale e culturale - ha osservato il capo dello Stato -. L'accordo bilaterale dell'aprile del 2011, raggiunto in un momento critico dei flussi clandestini, ha segnato un punto di svolta nell'emergenza che stavamo affrontando. Lo abbiamo molto apprezzato. Oggi, abbiamo ripreso contatti bilaterali approfonditi che ci permetteranno di raggiungere nuove intese di reciproca soddisfazione". Napolitano ha parlato anche degli italiani che lavorano in Tunisia, circa 3mila invitandoli ad "avere fiducia nel futuro. La fase più incerta è passata; si tratta ora di rimboccarsi le maniche e lavorare per l'avvenire di un Paese come la Tunisia che ha tutte le carte in regola per crescere e assicurare il più diffuso benessere. A dare questo segnale contribuisce la stessa permanenza dei nostri imprenditori, rimasti qui anche nei momenti difficili immediatamente successivi alla rivoluzione. Come tutti gli altri connazionali residenti, essi hanno sempre vissuto in un clima di grande fratellanza ed armonia con il popolo tunisino e, durante la rivoluzione, si sono sentiti rassicurati anche dal plurisecolare rapporto di amicizia che ci lega. Gli italiani residenti in Tunisia e le altre migliaia di imprenditori e tecnici italiani che in Tunisia si recano con regolarità sanno bene quali siano le potenzialità del Paese. A loro va il mio incoraggiamento a continuare il loro lavoro, insieme con l'assicurazione che l'Italia è orgogliosa per quanto essi stanno facendo - in condizioni spesso particolarmente impegnative - ed è loro vicina".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni