sabato 25 febbraio | 19:45
pubblicato il 26/ago/2014 13:52

Immigrati: Molteni (LN), con Dl stadi Alfano lancia Mare Nostrum 2

(ASCA) - Roma, 26 ago 2014 - ''Altro che 'operazione a termine' con il decreto sugli stadi Alfano rifinanzia o meglio lancia Mare Nostrum 2 visto che il governo stanziera' 130 milioni di euro oltre ai 190 gia' utilizzati. Soldi che toglieranno dal fondo espulsioni perche' per il governo Renzi la priorita' e' fare entrare i clandestini e mantenerli e non rimandarli a casa''. Lo dichiara in una nota il vicepresidente dei deputati della Lega Nord, Nicola Molteni.

''Il ministro dell'Interno inganna i cittadini usando le tasse per farci colonizzare e lasciando le forze di polizia senza risorse. A loro andranno infatti solo 8 milioni di euro nonostante l'insicurezza della gente sia aumentata a causa dell'escalation di furti e violenze spesso compiute proprio dagli immigrati. Questo non e' un ministro dell'Interno, Alfano e' ormai universalmente riconosciuto come il ministro dei clandestini'', conclude Molteni.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Lavoro
Renzi: ruolo Stato non è offrire reddito ma lavoro di cittadinanza
Pd
Orlando: mi candido per guidare il Pd, non contro qualcuno
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech