lunedì 27 febbraio | 07:48
pubblicato il 17/feb/2016 16:59

Immigrati, Mattarella: è un dovere morale salvare chi fugge

Urgono sforzi comuni, nostre coscienze scosse

Immigrati, Mattarella: è un dovere morale salvare chi fugge

Roma, (askanews) - "Salvare vite umane e tendere la mano a quanti fuggono dalla guerra o dalla miseria è un dovere morale, è un dovere di qualunque società che intenda definirsi libera, democratica e autenticamente rispettosa dei diritti umani". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo al 39esimo Consiglio dei governatori dell'Ifad, parlando "dell'emergenza profughi" di cui "l'esodo di decine di migliaia di siriani verso la Turchia e l'Europa è solo l'ultima, drammatica testimonianza".

"Le vicende angosciose di questo ultimo periodo, di cui l'esodo dei siriani è solo un esempio - ha aggiunto Mattarella - confermano l'urgenza di sforzi comuni per rimuovere alla radice le cause di un fenomeno epocale che coinvolge milioni di persone. Le nostre coscienze ne sono davvero scosse e ci chiamano a un rinnovato sforzo di solidarietà".

Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech