lunedì 27 febbraio | 00:47
pubblicato il 13/apr/2011 16:46

Immigrati/ Maroni: Inutile che partano,saranno tutti rimpatriati

Berlusconi: i permessi temporanei funzionano

Immigrati/ Maroni: Inutile che partano,saranno tutti rimpatriati

Roma, 13 apr. (askanews) - Il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, si è mostrato "ottimista" sulla possibilità di fermare gli sbarchi di clandestini sulle coste italiane e, parlando in Transatlantico a Montecitorio, ha lanciato un invito a tutti coloro che "pensano di poter entrare clandestinamente in Italia" dalla Tunisia e dal mare. "Vorrei dire loro - ha spiegato Maroni - di non partire, perchè è inutile: tutti i clandestini che arriveranno verranno rimpatriati", quindi "è inutile che paghino un mucchio di soldi ai criminali, rischino la vita e poi arrivino qui solo per dover tornare indietro". Il ministro, conversando a lungo con i cronisti, ha poi assicurato che "il rubinetto è quasi chiuso", spiegando che "la priorità è fermare gli sbarchi" e fare in modo che cessino, operazione che "sta riuscendo" anche grazie alla messa in opera dell'accordo "firmato con il ministro dell'Interno tunisino". Questo per quanto riguarda i prossimi clandestini che arriveranno. Per i 20.000 tunisini già in Italia, Maroni ha assicurato che sono tutti nei centri. "Stiamo preparando i permessi di soggiorno elettronici, che consentono quindi la circolazione in tutta Europa grazie a Schengen, e abbiamo accelerato la stampa dei documenti conformi con le regole europee". Messaggio trasversale, quest'ultimo, ai cugini d'Oltralpe. "E' inutile che i francesi dicano che non vogliono gli immigrati e che Francia e Belgio ostentino un atteggiamento muscolare. L'unico modo che hanno di opporsi alla libera circolazione garantita da Schengen è quella di sospendere il trattato, ma quello significherebbe distruggere davvero l'Europa". "I permessi di soggiorno temporaneo funzionano" ha detto poi il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, durante una conferenza stampa a palazzo Chigi. Il premier ha ricordato che vengono "valutate le identità e quando non vi è pericolosità, diamo i documenti" e gli immigrati "possono raggiungere i parenti e gli amici che dicono di avere" in altri Paesi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech