lunedì 05 dicembre | 21:55
pubblicato il 09/lug/2013 12:00

Immigrati/ Kyenge:Tradurre parole del Papa in progetto politico

Polemica con Ronzulli (Pdl) che parlava di "strumentalizzazione"

Immigrati/ Kyenge:Tradurre parole del Papa in progetto politico

Bruxelles, 9 lug. (askanews) - Per il ministro per l'Integrazione, Cecile Kyenge, le parole del Papa a Lampedusa devono essere "tradotte in progetto politico". Esattamente l'opposto di quanto ha detto un autorevole esponente del Pdl come Fabrizio Cicchitto, secondo il quale "un conto è predicare, un altro governare". Il ministro per l'Integrazione ha parlato, nel pomeriggio a Bruxelles, durante un'audizione della commissione Libe (Libertà civili, giustizia e affari interni) del Parlamento europeo, che l'aveva invitata. "Non ho mai commentato" le parole di Cicchitto, ha detto Kyenge ai cronisti al termine dell'audizione. "Semplicemente - ha precisato - ognuno di noi deve essere in grado di fare la sua parte, di recepire il messaggio del Papa, ognuno nel suo ruolo. Io mi metto di fronte alle parole del Papa, recepisco le sue parole e certamente cercherò di tradurle anche in progetto politico". Questo non vuol dire "strumentalizzare le parole del Papa", come ha detto l'europarlamentare del Pdl Licia Ronzulli durante l'audizione ("Come cattolica - aveva osservato Ronzulli - sono delusa da come alcune parole del Pontefice vengano strumentalizzate a fin ideologici"). "Mi stupisce che si parli di strumentalizzazione: sono anni che non ci ricordiamo che nemmeno che le persone che muoiono nel Mediterraneo sono persone", ha replicato Kyenge, e poi, con i cronisti ha aggiunto che ascoltare il Papa "vuol dire fare politica in modo diverso, ascoltando le richieste che vengono dalla società civile". "Per la prima volta - ha spiegato il ministro per l'Integrazione - il Papa è andato a Lampedusa, ha celebrato la messa in lutto e ha riconosciuto che i morti di quel cimitero senza nomi sono prima di tutto persone: questo - ha sottolineato Kyenge - mi mette di fronte alle mie responsabilità, e come ministro italiano la prima cosa che mi viene in mente è la mia Costituzione, che mette all'articolo 2 l'importanza della persona". Occorre, ha concluso, "un progetto politico, un percorso di accoglienza e di integrazione che deve andare oltre la sicurezza".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari