mercoledì 25 gennaio | 02:11
pubblicato il 15/mag/2013 16:20

Immigrati: Kyenge, punire reati ma non speculare e fomentare l'odio

(ASCA) - Roma, 15 mag - ''Non esiste una equivalenza tra immigrazione e reati, ormai nessuno studio statistico avvalora questa tesi''. Lo ha sottolineato durante il question time alla Camera il ministro per l'Integrazione Cecile Kyenge rispondendo ad un'interrogazione della Lega Nord. Quanto all'aggressione di Milano, il ministro ha ribadito che ''e' giusto punire i reati, indipendentemente dal colore della pelle e dall'origine'' di chi li commette, ma non bisogna ''fomentare l'odio e speculare sul grave dolore delle famiglie colpite da eventi luttuosi''. Ad ogni modo, il ministro ha voluto esprimere ''le profonde e sentite condoglianze alle famiglie delle vittime e mi unisco al cordoglio dell'Italia migliore''.

brm/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Grillo imbavaglia i suoi: parlate se autorizzati o andate via
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
Governo
A P.Chigi summit Gentiloni e ministri su sicurezza-immigrazione
M5s
Grillo a eletti M5s: siete portavoce, linea la decidono iscritti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4