martedì 24 gennaio | 11:05
pubblicato il 21/ago/2013 18:17

Immigrati: Kyenge a Crotone, non vi lasceremo soli su emergenza

Immigrati: Kyenge a Crotone, non vi lasceremo soli su emergenza

(ASCA) - Crotone, 21 ago - ''Non vi lasceremo soli''. Lo ha detto il ministro per l'Integrazione, Cecile Kyenge, visitando oggi Crotone, citta' in prima linea nell'emergenza immigrazione. Accolta con grande calore nell'aula consiliare - riferisce una nota del Comune - Kyenge, insieme al sindaco, Peppino Vallone, ha conferito la cittadinanza simbolica a otto bambini nati a Crotone da genitori stranieri.

Victory, Eliot, Daniel, Beauty, Beaty, Margherita, Randeep e Lorenz, il piu' piccolo tre mesi, la piu' grande 12 anni, hanno infatti beneficiato del regolamento ''Io sono Crotonese, Io sono Italiano'', tra i primi del genere approvato da una citta' italiana. Ai ragazzzi e' stata consegnata anche una copia della Costituzione ed una bandiera tricolore.

''In questa sala ci sono rappresentanti di associazioni del terzo settore, del mondo del cooperativismo, del volontariato che, ogni giorno, affrontano insieme agli enti locali la drammatica situazione che la massiccia migrazione e la carenza di servizi creano in citta'. Lo stesso allarme lo confermano anche i sindaci della provincia dove il fenomeno si registra con la stessa costante drammaticita''' ha detto il sindaco. Vallone ha anche lanciato la proposta di istituire a Crotone ''un osservatorio permanente del ministero dell'Integrazione supportato dall'esperienza locale, sia in termini di istituzioni che di associazionismo, che puo' diventare prezioso per mettere in campo azioni positive che possono, successivamente, essere mutuate su scala nazionale''.

''Fa male vedere in questa citta' donne ed uomini costretti a vivere in condizioni disumane per l'assenza di strutture in grado di accoglierli'' ha sottolineato il sindaco rivolgendosi al ministro. ''Uno scoglio - ha proseguito Vallone - puo' arginare il mare solo nelle canzoni. Perdoni la franchezza signora ministro, ma non si puo' chiedere a istituzioni locali, alle associazioni, alla gente di Crotone di cantare e portare la croce allo stesso tempo. Ne' allo stesso tempo non riconoscere a donne ed uomini provenienti da altri paesi il proprio diritto alla dignita' personale''.

''Questa citta' avra' grande attenzione da parte del mio ministero'' ha replicato il ministro Kyenge. ''La mia visita in Calabria, e a Crotone - ha proseguito - ha questo scopo.

Non vi lasceremo soli. Sono con voi'', ha concluso tra gli applausi dei presenti il ministro Kyenge.

red-stt/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4