lunedì 05 dicembre | 18:26
pubblicato il 02/lug/2014 14:26

Immigrati: Gasparri, governo e Ue complici di trafficanti morte

(ASCA) - Roma, 2 lug 2014 - ''Le testimonianze dei superstiti della tragedia di Lampedusa dello scorso 3 ottobre sono drammatici. Emergono particolari che mettono in luce la crudelta' dei trafficanti di uomini. Gli stessi che il governo italiano, con l'Europa e le Nazioni unite complici, stanno incentivando tenendo in piedi la disastrosa operazione Mare nostrum''. Lo dichiara in una nota Maurizio Gasparri (FI), vicepresidente del Senato. ''Tenere in vita certe operazioni vuol dire esporre intere popolazioni di disperati allo sfruttamento dei mercanti e molto probabilmente alla morte. C'e' una grande ipocrisia calata su Mare nostrum che va fermata. Bisogna portare aiuti in quelle terre e impedire le partenze. Ribadisco che serve uno choc. Non basta che Renzi ponga la questione al centro del semestre di presidenza. Bisogna agire con immediatezza per stroncare questo meccanismo perverso, causa di un disastro umano e sociale senza precedenti'', conclude Gasparri.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari